Riccardo Montolivo (Getty Images)
Riccardo Montolivo (Getty Images)

Con Riccardo Montolivo al centro è meglio. Lo dicono i numeri e i risultati, soprattutto quelli che fanno riferimento alla stagione 2012-2013, quando l’allora allenatore del Milan Massimiliano Allegri decise di stravolgere le sue iniziale idee tattiche puntando su un 4-3-1-2 che aveva proprio nell’ex viola il suo fulcro centrale, da regista davanti alla difesa con ai suoi lati due intermedi di corsa e quantità come Muntari e Ambrosini.

 

Ora, come scrive la Gazzetta dello Sport, anche Pippo Inzaghi vuole provarci. Il giovane tecnico sa che il miglior Montolivo parte da quella posizione, arretrata ma decisiva per la manovra milanista, anche se generalmente si tratta del ruolo prediletto di Nigel de Jong.

 

La prima prova avverrà comunque alla ripresa del campionato, quando il Milan ospiterà il Sassuolo e dovrà fare a meno di De Jong squalificato. Inzaghi potrà stravolgere il suo centrocampo immettendo qualità e ordine con Montolivo in cabina di regia, affiancato da due mezzali da corsa. Il capitano lo ha ribadito pochi giorni fa: questo è il suo ruolo prediletto e non c’è motivo di farlo scontento.

 

Redazione MilanLive.it