Alessio Cerci (Getty Images)
Alessio Cerci (Getty Images)

L’affare Milan-Atletico Madrid per lo scambio reciproco dei prestiti di Fernando Torres e Alessio Cerci è vicino alla sua conclusione. L’ex Torino dopo alcuni tentennamenti ha accettato la sua nuova destinazione e a breve sarà a Dubai con il resto della squadra di Filippo Inzaghi.

 

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, Adriano Galliani si sarebbe infuriato con il giocatore per la situazione venutasi a creare. Anche l’Atletico Madrid era molto infastidito ed ha minacciato Cerci  di fargli fare panchina e tribuna nei prossimi sei mesi nel caso in cui non accetti di andare al Milan. Sempre i Colchoneros avevano manifestato l’intenzione di denunciare l’Inter alla FIFA per non aver rispettato la regola che impedisce di contattare i giocatori prima di avere l’autorizzazione del club di appartenenza.

 

Uno dei dubbi di Cerci nell’approdare in rossonero erano legati nella mancata certezza del suo riscatto a giugno. Infatti non vuole correre il rischio di dover tornare a Madrid. L’Inter invece era disposta a dare al calciatore delle garanzie in questo senso. Ma alla fine la società milanista ha avuto la meglio.

 

Redazione MilanLive.it