Abate, El Shaarawy e Montolivo (getty images)
Abate, El Shaarawy e Montolivo (getty images)

Da una parte il Milan di Inzaghi, che con l’arrivo di Cerci si è arricchito di un altro calciatore italiano di qualità e ha confermato la linea voluta anche dal presidente Berlusconi di una rosa prettamente azzurra. Dall’altra il Sassuolo, la squadra che, tra le provinciali, detiene il maggior numero di talenti nostrani in casa, soprattutto nel reparto offensivo.

 

La sfida di domani nel giorno dell’Epifania, come ricorda la Gazzetta dello Sport, sarà dunque un invito a nozze per il ct Antonio Conte, che potrà visionare una formazione intera tra rossoneri ed emiliani pronti ad indossare l’azzurro della sua Nazionale. Il quotidiano milanese ha pubblicato un undici ideale, un 3-4-3 tutto italiano di ottima qualità.

 

Tralasciato il portiere (anche se Consigli meriterebbe una chance), la difesa composta dai due terzini titolari De Sciglio e Abate e dal sorprendente Acerbi appare tutt’altro che morbida. Centrocampo tutto rossonero, con Cerci e Bonaventura esterni e la coppia Montolivo-Poli in mediana. Attacco in favore del Sassuolo dove Berardi e Zaza, talenti purissimi e già nel giro azzurro, sono accompagnati da El Shaarawy. Senza dimenticare gente come Pazzini, Sansone e Peluso.

 

Redazione MilanLive.it