Il gol di Simone Zaza (Getty Images)
Il gol di Simone Zaza (Getty Images)

La sfida della 17^ giornata del girone di andata di Serie A che vedeva di fronte a San Siro Milan e Sassuolo, si è conclusa con una clamorosa sconfitta per gli uomini di Pippo Inzaghi. Parte male il 2015 per i rossoneri, che dopo il vantaggio iniziale di Poli, si sono fatti raggiungere e poi superare grazie ai gol di Sansone e Zaza. Inutile l’assalto finale del Milan, con i neroverdi bravi a chiudere gli spazi e tenere il pallone lontano dalla propria porta.

 

Marcatori: 9′ Poli; 28′ Sansone; 68′ Zaza.

Ammoniti: Alex, Menez, Cannavaro, Gazzola, Poli, Biondini.

Espulsi: /

 

Arbitro

Di Bello voto: 6

 

Guardalinee

Preti voto: 7

De Pinto voto: 7

 

Assistenti arbitrali aggiunti

Mazzoleni voto: 7 

Fabbri voto: 7

 

UOMO PARTITA MILANLIVE: Sansone & Zaza !!

 

Milan: Diego Lopez s.v; Rami 5 (Dal 75′ Abate ), Zapata 5,5, Alex 5,5, De Sciglio 4,5; Poli 5,5, Essien 5 (Dal 65′ Cerci 6), Montolivo 5; Bonaventura 6, Menez 5, El Shaarawy 4,5 (Dal 70′ Pazzini s.v.).

All. Pippo Inzaghi 5.

 

Sassuolo: Consigli 6; Gazzola 6, Cannavaro 6, Acerbi 6,5, Peluso 6; Biondini 6,5, Magnanelli 6,5, Missiroli 7; Berardi 6,5 (Dal 77′ Brighi ), Zaza 7+ (Dall’88’ Floccari), Sansone 7+ (Dall’85’ Floro Flores ).

All. Di Francesco 7.

 

– Le pagelle del Milan – 

Diego Lopez s.v.: Incolpevole sui gol di Zaza e Sansone, nessun intervento degno di nota per il portiere rossonero. Bravo nelle uscite e sicuro col pallone tra i piedi.

 

Rami 4.5: Un suo errore di posizionamento, apre la strada a Sansone per il gol del momentaneo 1-1. Da terzino destro, stavolta, rispetto alla prestazione nel derby contro l’Inter, non rende.

Dal 75′ Abate 5.5: Ritorna in campo dopo il lungo infortunio, ma il suo ingresso in campo ad un quarto d’ora dalla fine non è incisivo come sperava il mister. Pochi gli spazi da sfruttare sulla fascia destra, con il Sassuolo che non lasciava mai campo.

 

Zapata 5,5: si conferma un centrale poco affidabile. Se la cava quando si tratta i sfidare in velocità un attaccante, ma è spesso distratto quando si tratta di marcare o di effettuare qualche disimpegno.

 

Alex 6: Sui contrasti aerei è il primo ad arrivare, e nell’uno contro uno difficilmente si fa saltare. Peccato per i due gol presi, nati da situazioni fortuite in cui i difensori rossoneri potevano e dovevano fare meglio. Lui è comunque uno dei pochi a salvarsi visto che sbroglia diverse situazioni pericolose.

 

De Sciglio 4,5: Ritorno in campo piuttosto disastroso per il giovane terzino rossonero, che non trova mai le misure su Berardi in fase difensiva, mentre in avanti sbaglia sempre la decisione da prendere. Clamoroso il suo errore sul finale del match, quando anziché mettere un cross rasoterra verso Pazzini tutto solo in area, spara alto. Rimandato…

 

Essien 4.5: Prestazione negativa del ghanese, che davanti la difesa, perde troppi palloni che potevano costare caro ai rossoneri. Col passare dei minuti, non riesce a scrollarsi di dosso gli errori precedenti e viene beccato da San Siro con qualche fischio e mugugno piuttosto prevedibili.

Dal 65′ Cerci 6: Esordio assoluto per il nuovo arrivato Alessio Cerci. Qualche buon pallone giocato, anche un tiro in porta per l’ex Atletico Madrid. peccato non sia riuscito a sfruttare la clamorosa occasione al 66′, in cui è stato comunque bravo Consigli in uscita. Gli serve tempo, non è ancora in forma.

 

Poli 5,5: Sigla il gol del vantaggio che poteva spianare la strada ai rossoneri, peccato che la squadra abbia subito il ritorno del Sassuolo senza riuscire a reagire. Il giro palla dei neroverdi risultava fin troppo efficace in alcuni frangenti, e i centrocampisti del Milan, Poli compreso, non riuscivano ad intercettare le traiettorie di passaggio.

 

Montolivo 5: Con Essien davanti la difesa, il capitano rossonero agiva da interno a sinistra, ma spesso e volentieri si abbassava al centro per impostare la manovra. Le sue geometrie in mezzo al campo però non sono state perfette come si sperava, e la squadra non riusciva quasi mai superare il primo pressing avversario.

 

Bonaventura 6: L’unico a salvarsi della squadra, il 28 rossonero prova in tutti i modi a dare qualità agli attacchi rossoneri, ma alla lunga i compagni non riuscivano ad approfittarne. Durante il primo tempo, al primo pallone giocato è nato il gol del vantaggio di Poli, ma col passare del tempo il Milan ha perso terreno senza riuscire più a far male agli avversari.

 

Menez 5: Chiuso dai centrali del Sassuolo, il francese era spesso costretto ad abbassarsi, annullando così la sua pericolosità sotto porta. L’ingresso di Pazzini ha riempito lo spazio lasciato da Menez in mezzo all’area, ma l’ex Psg non è comunque riuscito ad effettuare la giocata giusta per i compagni.

 

El Shaarawy 4,5: I fischi di San Siro parlano da soli… Brutta partita di Stephan El Shaarawy, sempre troppo impreciso durante la manovra offensiva e poco incisivo nelle giocate sull’esterno.

Dal 70′ Pazzini 6: Altro ingresso in campo a partita in corso per l’11 rossonero, che riceve un unico pallone giocabile e per poco non segna. Poi il nulla, per colpe non sue. I compagni non lo servono adeguatamente.

 

All. Filippo Inzaghi 5: Non accadeva da ben 17 anni che il Milan perdesse la prima partita dell’anno nuovo. Una sconfitta che fa male, soprattutto per come è arrivata: con i rossoneri in vantaggio per 1-0 e rimontati da due gol nati da errori sicuramente evitabili. La squadra dopo il gol iniziale, non è riuscita a mantenere alto il baricentro, subendo troppe volte il possesso palla avversario. Meglio archiviare subito questa debacle e pensare immediatamente alle prossime sfide.

 

Giacomo Giuffrida – www.MilanLive.it