L'esultanza di Pazzini (Getty Images)
L’esultanza di Pazzini (Getty Images)

MILANO – Queste le dichiarazioni rilasciate a Milan Channel dal Responsabile del settore giovanile dell’Atalanta Mino Favini, in vista di Milan-Atalanta:

 

“Io ho un debole particolare per Pazzini, l’ho visto fin da bambino crescere con noi, migliorare e andare oltre le aspettative. Posso dire con certezza lasciate Pazzini vicino all’area di rigore e i gol arriveranno. Il Pazzini col Sassuolo non è ancora al top, ma è vicino alla piena condizione e con un pizzico di pazienza Giampaolo saprà ricompensare. Pazzini sa anche partecipare alla costruzione dell’azione, poi si è specializzato al lavoro vicino all’area di rigore. Può fare anche altri compiti e nel modulo del Milan può fare benissimo. Ricordo un Cerci ragazzino, molto giovane, ma già con qualità importanti. Si capiva che aveva delle qualità, ho un buonissimo ricordo di lui anche in Primavera. Alessio Cerci ha qualità importanti, una volta ritrovata la migliore condizione mostrerà tutto il suo valore. Io sto diventando anche un po’ tifoso del Milan perché con Montolivo, Agazzi, Bonaventura in rossonero, avendoli visti crescere, sento un po’ il sapore di Milan. Bonaventura è un talento nato. E’ maturato un pochino tardi sotto l’aspetto fisico atletico. Bisognava capire che si doveva avere un pizzico di pazienza in più. L’Atalanta è una squadra che ha carattere e volontà, sta uscendo da un periodo difficile. Non sarà facile per il Milan di sicuro”.

 

Redazione MilanLive.it