Milan-Sassuolo (Getty Images)
Milan-Sassuolo (Getty Images)

Dopo lo spezzone contro il Sassuolo e la gara da titolare in coppa sempre contro i neroverdi, oggi è arrivato il momento del vero debutto da titolare in campionato per Alessio Cerci, il colpo di mercato del Milan di gennaio, arrivato in prestito dall’Atletico Madrid sotto forte pressione di mister Filippo Inzaghi. Secondo la Gazzetta Sportiva sarà l’uomo in più della gara di San Siro.

 

Sarà lui a completare il tridente rapido e tecnico del Milan contro la sua ex squadra, l’Atalanta, puntando su una condizione fisica in netta crescita come ha riportato lo stesso allenatore rossonero: “Alessio mi ha stupito, ha giocato 80′ ottimi martedì scorso. Anche in allenamento ha svolto tutto in grande condizione“. Ecco perché Inzaghi non ha dubbi a lanciarlo, visto che le motivazioni e la verve sono armi fondamentali in un momento di stallo come quello che sta attraversando il Milan dopo le feste natalizie.

 

Cerci inoltre sarà un’arma importante sulle palle ferme, soluzione spesso sottovalutata e poco sfruttata dal Milan; al Torino appena c’era una punizione o un angolo ci pensava lui, con il suo mancino teso e filtrante. Anche oggi l’idea è quella di sfruttare le sue qualità balistiche, soprattutto sui corner che lo scorso anno in granata hanno portato a 5 reti in campionato. Un’arma in più da non sottovalutare.

 

Redazione MilanLive.it