cesare maldini
cesare maldini

Cesare Maldini, storico capitano e allenatore del Milan del passato, ha parlato al Corriere dello Sport del momeno delicato che si vive in casa rossonera, tra le due sfide decisive contro la Lazio che potrebbero sancire l’esonero di Filippo Inzaghi dalla panchina milanista. Ecco alcune sue dichiarazioni in merito:

 

Sul ko di sabato all’Olimpico:

Ho visto la gara e devo dire che sono emersi difetti di squadra che già erano noti prima della sconfitta con la Lazio. A questa squadra manca qualità ed è lecito aspettarsi di più. Però non posso giudicare troppo l’umore e il momento del Milan non vivendolo dall’interno“.

 

Sul futro di Inzaghi:

Non avendo qualità è difficile fare bene come allenatore, puoi essere anche il tecnico migliore e con più esperienza, ma con poca qualità non si va da nessuna parte. Sarei contrario ad un suo esonero, la società dovrebbe prendere altre decisioni importanti“.

 

Sugli obiettivi stagionali:

L’errore del Milan è alla base, non deve partire pensando di dover arrivare al terzo o al quarto posto. Storicamente è una squadra che punta in alto, ma così si condiziona lo spogliatoio e il carattere dei giocatori. Il problema principale è che il Milan è stato costruito male fin dall’estate“.

 

Redazione MilanLive.it