Riccardo Montolivo (Getty Images)
Riccardo Montolivo (Getty Images)

Anche Riccardo Montolivo è finito sul banco degli imputati in casa Milan. Lo scrive Tuttosport rivelando che al termine della sfida persa in Coppa Italia contro la Lazio alcuni tifosi della Curva Sud si sarebbero rivolti al giocatore urlandogli più volte: “Lascia la fascia!“.

 

Parliamo infatti del capitano della squadra, colui che dovrebbe essere un leader e trascinare i compagni. Purtroppo non ci sta riuscendo e secondo alcuni a meritare di più quella fascia è Nigel de Jong, uno che viene indicato come un vero combattente che lotta dal primo all’ultimo minuto.

 

Probabilmente le prestazioni di Montolivo sono influenzate dal fatto di non essersi ancora del tutto ripreso dall’infortunio pre-Mondiale e di non aver raggiunto dunque la condizione fisica migliore. All’Olimpico con un retropassaggio sbagliato aprì la strada al gol di Miroslav Klose. L’altra sera sbagliando uno stop facile facile nel recupero ha impedito l’assalto finale del Milan e sono partiti tanti fischi nei suoi confronti e l’invita a togliersi la fascia.

 

Sicuramente paragonato ai grandi capitani del passato come Gianni Rivera, Franco Baresi e Paolo Maldini, l’ex Fiorentina ne esce distrutto ma non è colpa sua. E’ tutto il Milan ad essere stato ridimensionato e dunque non ci si può aspettare che vi siano personalità di quel calibro in squadra.

 

Si segnala poi il fatto che tra Montolivo e Filippo Inzaghi ci sarebbe stata qualche frizione legata al ruolo in campo. Il rapporto tra i due non sarebbe idilliaco. Anche se sicuramente è migliore di quello instaurato con Clarence Seedorf. Secondo TuttoSport adesso il giocatore ha 4 mesi per dimostrare di poter far parte della futura Restaurazione milanista.

 

Redazione MilanLive.it