Mattia Destro (Getty Images)
Mattia Destro (Getty Images)

La milanesizzazione di Mattia Destro è completa; dopo l’arrivo in pompa magna dalla capitale di giovedì, il giovane bomber è diventato ieri ufficialmente un calciatore del Milan. Un’altra giornata quasi trionfale per questo ragazzo epurato dalle parti di Roma ed accolto come il salvatore della patria in casa rossonera.

 

La firma, gli ultimi controlli atletici e soprattutto la scelta del numero di maglia, il 9 che sostituirà quel 22 a lui tanto caro ma già rapito da Alessio Cerci. E a Destro poco importa se c’è una maledizione che dura dai tempi proprio di Pippo Inzaghi, visto che chi ha indossato quel numero con il Milan in seguito ha reso pochissimo facendo le valigie in breve tempo (Pato, Matri, Torres).

 

E Inzaghi pensa subito di lanciarlo titolare; la Gazzetta dello Sport oggi parla dell’intenzione di provarlo accanto a Jeremy Menez, come accaduto brevemente nel primo allenamento sostenuto ieri da Destro in quel di Milanello. Il francesino a portarsi a spasso i difensori e l’ultimo arrivato a dominare gli ultimi 16 metri di campo e dare fastidio come una presenza ingombrante. Sulla carta può funzionare. E non c’è maledizione che tenga.

 

Redazione MilanLive.it