La gioia del Milan sul gol di Menez (Getty Images)
La gioia del Milan sul gol di Menez (Getty Images)

Il Milan di Pippo Inzaghi ritorna a respirare: 3 punti che risollevano leggermente le sorti di questa squadra che stava sempre più sprofondando. Il gioco latita ancora, ma speriamo che questa vittoria possa ridare morale ai giocatori.

 

Marcatori: 18′ Menez (R.); 24′ Nocerino; 57′ Menez; 77′ Zaccardo (Ass. Menez)

Ammoniti: Gobbi, Lucarelli, Van Ginkel, Destro (diffidato).

Espulsi: /

 

Arbitro

Doveri voto: 6

 

Guardalinee

Vuoto voto: 7

Musolino voto: 7

 

Assistenti arbitrali aggiunti

Guida voto: 7

Maresca  voto: 7

 

UOMO PARTITA MILANLIVE: Jeremy Menez !!

 

MILAN: Diego Lopez 7; Zaccardo 6,5, Alex 6, Rami 5.5, Bocchetti 5.5;

Cerci 6, Poli 6,5, Van Ginkel 5 (Dal 45′ Essien 5), Honda 6;

Menez 7,5 (Dall’81’ Pazzini s.v), Destro 6 (Dal 77′ Muntari 6).

Allenatore Filippo Inzaghi 6.

A disposizione: Abbiati, Gori (66), Albertazzi, Calabria (96), De Santis (97), Essien, Muntari, Suso, Felicioli (37), Di Molfetta (38), Pazzini.

 

PARMA: Mirante 5,5; Costa 6, Santacroce 5,5 (Dal 60′ Rispoli 5), Lucarelli 5.5, Gobbi 5,5;

Galloppa 6, Mariga 5,5 (Dal 65′ Mauri 5), Nocerino 6+;

Varela 6, Palladino 5.5, C.Rodriguez 5,5.

Allenatore: Roberto Donadoni 6

A disposizione: Bajza, Iacobucci, Cassani, Paletta, Rispoli, Lodi, Mauri, Haraslin, Pozzi.

 

Le pagelle del Milan

 

Diego Lopez 7: semplicemente straordinario, senza di lui il Milan avrebbe molti punti in meno a quest’ora. Salva in più occasioni la squadra nel primo tempo e si dimostra sempre affidabile.

Zaccardo 6.5: non era praticamente mai sceso in campo in questa stagione, ma se la cava positivamente guadagnandosi un calcio di rigore e segnando il gol che chiude la partita.

Alex 6: gioca mostrando la sua esperienza, a volte in difficoltà con avversari veloci ma rimedia sempre. Sfortunato su una punizione che si stampa sul palo.

Rami 5.5: svarioni gravi per lui nel primo tempo, poi nella ripresa si riprende complica anche un Parma meno aggressivo.

Bocchetti 5.5: anche lui in difficoltà nei primi 45 minuti, colpevole sul gol di Nocerino visto che stava marcando lui il giocatore. Nel secondo tempo meglio. Da rivedere, ha bisogno di continuità.

Honda 6: il giapponese torna titolare e sulla destra fa il compitino senza particolari lampi.

Van Ginkel 5: in  mezzo al campo viene schierato dal 1′ ma delude e Inzaghi lo toglie dopo 45 minuti. Ha bisogno di giocare per dimostrare le qualità enormi che aveva evidenziato in Olanda, però sembra sfiduciato e poco grintoso. (46′ Essien 5: dovrebbe dare un po’ più di sostanza al centrocampo, ma perde palle importanti e si merita i fischi dei tifosi).

Poli 6.5: molto combattivo in mezzo al campo. Non è abile in fase di costruzione, ma dà tutto dal primo all’ultimo minuto.

Cerci 6: è vivace sulle fasce, ma non trova mai lo spunto giusto per fare male. La buona volontà c’è, ma deve sbloccarsi.

Menez 7.5: provate ad immaginare un Milan senza Jeremy dove sarebbe ora. Il francese con una doppietta tiene a galla la squadra e si dimostra sempre più un leader, è atteso però ad un salto di qualità contro la Juventus. (81′ Pazzini s.v: non ha palloni giocabili e dunque non riesce a mettersi in evidenza)

Destro 6: ha solo una palla buona per segnare e per poco ci riesce con un colpo di testa che termina alto. I compagni lo supportano poco nonostante lui tenti di farsi vedere. Sicuramente va rivisto il gioco per poterlo valorizzare al meglio. (77′ Muntari 6: ci mette i muscoli e dà quantità in mezzo)

 

Redazione MilanLive.it