Acquisti Milan gennaio/febbraio 2015
Acquisti Milan gennaio/febbraio 2015

CALCIOMERCATO MILAN – La campagna acquisti/cessioni invernale si è conclusa alle ore 23 del 2 febbraio 2015 e possiamo ora fare alcune considerazioni sui giocatori che sono arrivati a Milanello nell’ultimo mese e dare i voti alle operazioni concluse da Adriano Galliani per cercare di rinforzare la squadra di Filippo Inzaghi.

 

Gabriel Paletta e Salvatore Bocchetti 5.5: si tratta di due difensori arrivati per tappare l’emergenza creatasi con gli infortuni di Cristian Zapata e Daniele Bonera, senza dimenticare la squalifica di 4 giornate rimediata da Philippe Mexes. Sono due elementi che non elevano il livello del reparto. Sicuramente reperire dei leader con qualità importanti a buon prezzo a gennaio non è facile, soprattutto se non si intende investire molto denaro. La speranza è che entrambi riescano a sorprendere in positivo e a rivelarsi utili.

 

Luca Antonelli 6.5: un ritorno gradito in rossonero. Si tratta di uno dei migliori terzini sinistri italiani. Approda in una grande piazza solamente a 28 anni, ma può sicuramente dare un contributo importante alla causa. Può coprire la fascia sinistra sicuramente meglio del Mattia De Sciglio visto in questa stagione e di un Pablo Armero che non è riuscito a convincere. Sarà sicuramente molto motivato nel tornare a vestire la maglia del Milan dopo la trafila nel settore giovanile.

 

Suso s.v: è un ragazzo giovane che è difficile giudicare per le poche cose che ha fatto negli ultimi anni della sua carriera. Ha bisogno sicuramente di ambientarsi e di giocare per mettere in evidenza quelle che sono le sue qualità e crescere. Trovare spazio non sarà facile.

 

Alessio Cerci 6.5: se torna ad essere il giocatore visto nel Torino può sicuramente essere un rinforzo importante. Finora non ha dimostrato di essere ancora nella forma migliore, anche se contro il Parma ha avuto qualche spunto interessante. Se la condizione migliora può crescere anche il suo rendimento. Va verificato il suo impatto in una piazza così importante dopo che a Madrid non è andata bene.

 

Mattia Destro 6.5: è un buonissimo attaccante, ma il problema è che in questo Milan c’è un gioco poco propenso a valorizzare una prima punta. Sicuramente è un centravanti con buone qualità e un ottimo feeling con il gol, ma deve essere messo nelle condizioni di rendere al massimo.

 

VOTO FINALE AL CALCIOMERCATO DEL MILAN: 5.5. Il grande assente in questa campagna acquisti rossonera è un centrocampista di qualità che possa dare più imprevedibilità alla manovra, aumentare il tasso tecnico ed aiutare in fase di costruzione del gioco. Il Milan ha gravi problemi quando deve fare la partita e si affida troppo al contropiede e ai colpi dei singoli (al 90% Menez). C’è bisogno di variare e con i giocatori attuali c’è molto da lavorare per migliorare la situazione. In difesa c’è bisogno d’altro al centro per fare un salto di qualità, mentre in attacco sostanzialmente il contesto non è negativo se i vari interpreti a volte mettono da parte gli individualismi e si mettono al servizio della squadra. Le possibilità di qualificarsi all’Europa League ci sono, ma serve una svolta.

 

Matteo Bellan