Antonio Conte (Getty Images)
Antonio Conte (Getty Images)

Antonio Conte, commissario tecnico della nazionale italiana, è sempre al centro di numerose voci di calciomercato visto che la sua avventura in azzurro non sta procedendo come sognava. Non tanto per i risultati, quanto per l’ostruzionismo dei club nel concedergli i giocatori per alcuni stage. Proprio di recente ne è saltato uno per questo motivo. Si è parlato di un suo addio per tornare ad allenare un club visto che le proposte non gli mancherebbero, ma per ora rimane al suo posto, forte anche di un ricco contratto fino ad Euro 2016.

 

In un’intervista concessa al quotidiano La Repubblica ha svelato alcuni retroscena di ciò che è avvenuto al termine della passata stagione, quando vinse il terzo Scudetto con la Juventus ed entrò nel mirino di alcune società: “Milan e Psg? L’anno scorso ebbi diverse offerte, anche di una squadra inglese molto importante. Ma non ho mai parlato con nessuno: era questione di rispetto, avevo deciso di continuare con la Juventus. Poi è durato poco, ma è un altro discorso”.

 

In chiave nazionale ha rilasciato alcuni commenti riguardanti tre giocatori del Milan: “El Shaarawy e Cerci sono giocatori in grado di creare la superiorità numerica. C’è una lacuna nell’uno contro uno. De Sciglio ed El Shaarawy infortunati? L’unico aspetto positivo è che un infortunio ti rende più forte. Io ne so qualcosa”.

 

Redazione MilanLive.it