Vialli sul Milan: “Non vedo un’identità di gioco. Inzaghi? Diventerà un vero allenatore se…”

Filippo Inzaghi (Getty Images)
Filippo Inzaghi (Getty Images)

Gianluca Vialli, ex calciatore della Juventus che di sfide di campionato contro il Milan ne ha giocate tantissime, ha parlato ieri ai microfoni di Sky Sport della vittoria bianconera per 3-1 sui rivali storici, maturata pur dopo una gara generosa da parte della formazione rossonera: “Ho visto un Milan coraggioso più del solito, anche combattivo e generoso, ma la Juventus ha giocato una grande gara, equilibrata e umile, ha saputo colpire e reagire nei momenti decisivi e si è dimostrata molto superiore. I rossoneri escono a testa alta, ma ho visto troppi errori in difesa, alcuni davvero grossolani“.

 

Poi si concentra su Pippo Inzaghi e sulle sue scelte: “Penso che non sarebbe facile per nessuno fare meglio di Inzaghi, però credo che sarebbe molto complicato anche fare peggio, perché la situazione del Milan è sicuramente inferiore rispetto al potenziale che possiede. Pippo ha fatto tante cose buone, ha cercato di creare una cultura, un senso di appartenenza, impegno, però non vedo un’identità precisa di gioco; nei primi sei mesi ha avuto grande appoggio dai media, poi da gennaio sono iniziate critiche feroci, ingiuste quindi credo che il modo da cui uscirà da questa situazione, non semplice, farà di lui un allenatore vero”.

 

Redazione MilanLive.it