Silvio Berlusconi shock: “Sono stanco, vado ad Antigua”. Si accelera la cessione del Milan?

Silvio Berlusconi (getty images)
Silvio Berlusconi (getty images)

Silvio Berlusconi è sommerso da vicende politiche, giudiziarie e calcistiche. Tralasciando le prime, di cui non ci occupiamo, le scelte future del Cavaliere interessano il Milan ed i tifosi milanisti. Il quotidiano La Repubblica rivela quest’oggi le seguenti dichiarazioni dell’ex premier: «Sono stanco, sfiduciato, tutti tramano contro di me. Ho voglia di mollare, di andare via. Ho quella villa meravigliosa ad Antigua, dove sono stato una sola volta».

 

Parole che spingono a credere che Berlusconi possa cedere quanto prima il Milan o comunque delle quote del club. L’assett calcistico rappresenta una costante perdita per Fininvest e potrebbe essere uno dei primi di cui liberarsi nel caso in cui il presidente decidesse di disimpegnarsi ed eventualmente di volare ai Caraibi, anche se il suo passaporto è stato ritirato nell’agosto 2013.

 

Le voci sull’ingresso di nuovi soci investitori nel Milan si fanno sempre più insistenti. Finora si è parlato della volontà di Berlusconi di cedere solo quote minoritarie, in modo tale da mantenere la maggioranza. Ma se davvero il patron rossonero è stanco come dice, si potrebbe anche aprire la porta ad una cessione completa della società.

 

Le indiscrezioni emerse ultimamente ci rivelano che i soggetti maggiormente interessati all’affare sono il cinese Dalian Wanda Gruop, l’uomo d’affari thailandese Bee Taechaubol ed un fondo arabo di cui fa parte la famiglia Mansour.

 

Redazione MilanLive.it