Scout rossoneri in Brasile: occhi sul giovane talento Malcom

Malcom (Getty Images)
Malcom (Getty Images)

La situazione che si sta vivendo in casa Milan appare surreale: squadra, società e tecnico sono in completa confusione. Pippo Inzaghi nel post-partita di Chievo-Milan, finita con un deludente pareggio a reti inviolate, si è lasciato ad andare ad una reazione contro un giornalista in conferenza stampa, facendo sicuramente emergere alcune debolezze. Inoltre il tecnico rossonero sembra avere le idee molto confuse sul tipo di impronta di gioco da dare ai suoi uomini. I continui cambi di moduli di questo periodo, ne sono la palese dimostrazione.

 

La squadra non risponde in maniera adeguata alle critiche dell’ambiente, anzi le subisce. Nonostante il potenziale tecnico non sia dei più eccelsi, ci viene difficile pensare che possa essere inferiore a squadre come Chievo Verona, Empoli o Atalanta, con tutto il rispetto per queste tre compagini di indiscusso valore. Inoltre bisogna considerare i tanti, troppi infortuni accorsi durante la stagione. Anche sul capitolo infortuni ci sarebbe una lunga digressione da fare. Capitolo a parte merita invece la società che non ha effettuato una programmazione a lungo termine, ingaggiando giocatori di poca personalità e valore.

 

Problemi a parte, il lavoro di scout del Milan pare procedere: secondo quanto riferiscono i colleghi di calciomercato.it, pare che abbiano messo gli occhi su Malcom Filipe Silva de Oliveira. Nativo di San Paolo, e attualmente in forza al Corinthians, il giovanissimo Malcolm ha da poco compiuto 18 anni ma è già entrato nel mirino di molti club europei. oltre al Milan infatti, pare che sulle tracce del giovane attaccante brasiliano ci siano top club tra cui Arsenal, Chelsea, e Barcellona. Inoltre pare che anche Inter e Porto siano interessate. Il contratto del calciatore scadrà nel giugno del 2016, e forse per questo il club rossonero si è avvicinato al calciatore. E’ vero però che non ci sono più le disponibilità economiche che permettevano di portare a Milanello gente come Thiago Silva, Pato o addirittura Kakà. Il Milan in attesa di decidere cosa vorrà fare da grande, prova a riallacciare i rapporti con il mercato sudamericano.

 

Redazione MilanLive.it