Inzaghi a MC: “Siamo il Milan, dobbiamo dare di più. Cerci e Destro devono stare sereni”

Filippo Inzaghi (Getty Images)
Filippo Inzaghi (Getty Images)

Filippo Inzaghi è intervenuto ai microfoni di Milan Channel nel giorno della vigilia di Milan-Hellas Verona: “Non dobbiamo farci influenzare io ho trovato molto positivo il fatto che il dottor Galliani e presidente sono sempre vicini alla squadra. Il dottor Galliani è venuto per rafforzare la mia posizione e cercare di capire le cause che ci hanno portato pochi punti è stato un discorso molto positivo e speriamo che già da domani si veda. Noi guardiamo avanti, siamo i primi a sapere che dobbiamo fare di più e domani abbiamo una grande opportunità e la possibilità di trovare 3 punti che saranno importanti per la nostra classifica.

 

Sull’atteggiamento che deve avere la squadra e sugli scarsi risultati ottenuti ha dichiarato: “Affrontiamo sempre gli avversari nella loro migliore condizione ma questa non vuole essere un a scusa poi sono il primo a dire che dobbiamo fare di più perché siamo il Milan, noi siamo i primi critici di noi stessi, soprattutto io“.

 

Mattia Destro non si sta inserendo al meglio nella squadra rossonera, il gioco latita e ciò lo mette molto in difficoltà dato che gli arrivano pochissime palle giocabili: “Io a Mattia ho detto di stare sereno, ho fatto una ricerca e ho constatato che le palle che tocca nel Milan sono quelle che toccava alla Roma. Sta facendo buone cose, soprattutto a Verona ha fatto una grandissima partita, deve stare sereno“.

 

Sulla situazione del Milan è stato interpellato anche in merito ai tanti infortuni che in questa stagione hanno colpito la squadra rossonera, per ultimi quelli di Nigel de Jong e Riccardo Montolivo: “Quando le cose vanno male si vede tutto nero, io devo essere bravo e razionale ad andare avanti sulla nostra strada perché poi il lavoro paga sempre. Montolivo e De Jong meritano un discorso a parte, dopo l’infortunio che ha avuto Montolivo torna dopo un anno o un anno e mezzo, lui ha stretto i denti per mettersi a disposizione ma sapevamo poteva essere così. De Jong dopo l’infortunio al mondiale non è riuscito a fare la preparazione, dispiace molto per noi. Abbiamo avuto tanti infortuni traumatici e in quei casi puoi fare molto poco. Penso che ora comunque abbiamo giocatori importanti e possiamo fare bene, quindi non troviamo scuse.

 

Le condizioni fisiche precarie di alcuni giocatori non gli hanno consentito di mettere sempre in campo lo stesso schieramento e ciò è uno dei motivi del disastro del Milan in questo 2015. Ecco il commento di Inzaghi: “Purtroppo non ho potuto schierare la stessa formazione per più tempo. Questo mi dispiace perché così non riesci a dare molta continuità. Ci sono state una serie di problematiche che non ci hanno fatto trovare la giusta brillantezza. Speriamo domani di vedere bene la squadra anche dal punto di vista fisico“.

 

Infine ha parlato della situazione di Alessio Cerci, calciatore scontento dello scarso utilizzo ma che potrebbe venire rilanciato proprio contro l’Hellas Verona: “Sta bene, si allena bene. Da quando è arrivato ha giocato dieci partite, è quasi sempre stato utilizzato. Io sono tranquillo e penso che presto ci darà delle gioie.

 

Fonte: acmilan.com