Milan, Galliani alla squadra: “Dobbiamo andare in Europa League”

Filippo Inzaghi & Adriano Galliani (Getty Images)
Filippo Inzaghi & Adriano Galliani (Getty Images)

Come riportato dal sito ufficiale del Milan acmilan.com, oggi, intorno alle 13, Adriano Galliani ha raggiunto il Centro sportivo di Milanello per assistere alla ripresa degli allenamenti della squadra ancora agli ordini di mister Filippo Inzaghi. La squadra si sta già preparando per la sfida di settimana prossima con la Fiorentina (oggi impegnata con la Lazio e giovedì con la Roma). Prima della seduta di allenamento però, secondo quanto svelato dal noto giornalista di Mediaset Carlo Pellegatti, Galliani e Inzaghi pranzeranno insieme per fare il punto della situazione dopo il pareggio di Verona e dopo che Super Pippo ha seriamente rischiato, nella notte fra sabato e domenica di esser esonerato per lasciare il posto a uno fra Mauro Tassotti e Cristian Brocchi. Alla fine la società, seppur delusa dai risultati della squadra, ha deciso di andare avanti con Inzaghi, ma il rapporto non durerà oltre il termine di questo campionato.

 

Ore 14.45 – Dopo il pranzo con Filippo Inzaghi, Adriano Galliani incontra la squadra e lo staff tecnico in palestra e successivamente assisterà all’allenamento.

 

Ore 15.15 – Il dirigente milanista ha lasciato il centro sportivo di Carnago (Varese) dopo la sua visita alla squadra.

 

Ore 15.30 – Il portale Sportmediase.it riporta quelle che sono state le parole di Adriano Galliani ai giocatori nel corso dell’incontro avvenuto a Milanello: “Col Verona è finita 2-2, non è stata una gara brillante, però a 40 secondi dalla fine stavamo vincendo e se avessimo vinto la critica sarebbe stata benevola. Voi giocatori dovete rimuovere quei 40 secondi che sono costati il gol del Verona, è accaduto e amen. Ora ci attendono 12 partite, nelle quali dobbiamo ottenere il massimo e dobbiamo affrontarle tutte come se fossero scontri diretti. Dinanzi a noi un obiettivo, il settimo posto, che vuol dire Europa League. Avanti col massimo impegno“.

 

Redazione MilanLive.it