Contatto Galliani-Mihajlovic: il serbo dice sì al Milan

Sinisa Mihajlovic (Getty Images)
Sinisa Mihajlovic (Getty Images)

Nella giornata di ieri si è diffusa la notizia di un forte interesse da parte del Milan per Sinisa Mihajlovic. Il club rossonero è alla caccia di un sostituto di Filippo Inzaghi per la prossima stagione e l’allenatore in scadenza di contratto con la Sampdoria sembra essere tra i nomi più caldi in questo momento.

 

Il Corriere della Sera rivela che ci sarebbe già stato un contatto tra Adriano Galliani ed il serbo. La Stampa aggiunge che Mihajlovic avrebbe già detto di gradire un eventuale approdo al Milan, nonostante tempo fa abbia dichiarato che non si sarebbe seduto sulla panchina rossonera dato il suo passato all’Inter sia da giocatore che da vice di Roberto Mancini. Ma nel calcio può sempre succedere di tutto e se Fabio Capello dalla Roma passò alla Juventus dopo aver più volte giudicato impossibile l’operazione, non bisogna escludere che l’ex commissario tecnico della Serbia sbarchi a Milanello.

 

La Sampdoria sta facendo un’ottima stagione e i meriti dell’allenatore sono evidenti. Tuttosport scrive che Galliani avrebbe deciso di virare su Mihajlovic perché intravede in lui il sergente di ferro di cui c’è bisogno al Milan per tenere a bada uno spogliatoio che non è più quello dell’era vincente di Carlo Ancelotti. Inoltre piace il suo modo di rapportarsi ai giocatori mantenendo il giusto distacco e anche il gioco che viene fatto praticare dalle sue squadre viene molto apprezzato. Inoltre con i giovani ci sa fare e non è un caso che il rendimento di giocatori come Roberto Soriano e Manolo Gabbiadini sia stato molto positivo e che Luis Muriel pian piano stia tornando a buoni livelli. Inoltre pare ben indirizzato a recuperare Samuel Eto’o, una missione non facile, senza dimenticare il rendimento di giocatori come Stefano Okaka ed Eder.

 

Quello di Mihajlovic sembra essere il profilo ideale per il Milan. Serve una figura forte, in grado di trasmettere la propria leadership e di spingere i propri giocatori a rendere al meglio. Sulla carta c’è un’opzione morale tra lui e la Sampdoria per rinnovare il contratto per un altro anno in caso di salvezza, ma non si tratta di un accordo scritto e pertanto il serbo è libero di andare dove vuole a fine stagione anche se Massimo Ferrero proverà a trattenerlo.

 

Redazione MilanLive.it