Silvio Berlusconi allo scoperto: “Vendo il 75% del Milan ai cinesi, è fatta”

Silvio Berlusconi (Getty Images)
Silvio Berlusconi (Getty Images)

MILAN NEWS E’ clamorosa l’indiscrezione emersa nelle ultime ora e riportata da Askanews. Silvio Berlusconi da giorni ripeterebbe infatti che “la vendita del 75% dei cinesi al Milan è cosa fatta” nei suoi incontri tra Arcore e Roma. L’ultima volta è avvenuto a Palazzo Grazioli martedì sera incontrando una ventina di Comites, i rapresentati delle comunità italiane all’estero. Il patron rossonero ha spiegato che la trattativa è alle fasi conclusive e che “serve ancora qualche mese per limare i dettagli“.

 

Silvio Berlusconi ha raccontato di aver ottenuto la garanzia che la figlia Barbara rimarrà nel ruolo di amministratore delegato e che il costo dell’operazione supererebbe persino il miliardo di euro. Si parla infatti di 1 miliardo e mezzo. Il Cavaliere ha specificato che “l’interesse dei cinesi sarebbe sostenuto con forza dallo stesso governo di Pechino“, con un “ruolo centrale nell’operazione del primo ministro“. La Cina vuole diffondere il calcio nel proprio territorio e acquisire u club di fama internazionale come il Milan sarebbe funzionale a questo scopo: “E’ la seconda squadra al mondo per numero di titoli – ricorda l’ex premier – e la più conosciuta in Cina“. Tra oggi e domani ci dovrebbe essere un incontro con la delegazione cinese ad Arcore.

 

Rimane da capire nello specifico chi è il soggetto che investirà tutto questo denaro del Milan. In mattinata Zong Qinghou ha infatti smentito l’interesse verso il club di via Aldo Rossi. Anche se le sue parole potrebbero essere solo di facciata e motivate dalla volontà di non rivelare pubblicamente lo stato delle cose in un momento in cui l’accordo non è ancora definitivamente concluso. Il Dalian Wanda Group da un po’ di tempo sembra essersi defilato e comunque più interessato al business dello stadio che al resto. Di Mister Pink nessuna notizia da qualche tempo.

 

Redazione MilanLive.it