Inzaghi e il suo Milan (getty images)
Inzaghi e il suo Milan (getty images)

L’analisi della Gazzetta dello Sport di stamattina mette davvero i brividi riguardo al campionato affrontato fino a questo momento dal Milan di Filippo Inzaghi; numeri alla mano la sua squadra rischia di essere una delle peggiori formazioni rossonere di sempre. C’è sempre una retrocessione in ballo, quella della stagione 1981-82 con Gigi Radice in panchina, che resta per il momento un unicum in fatto di fallimento totale. Ma quello di Super Pippo si candida per lo meno al ruolo di peggior Milan dell’era Berlusconi, dal 1986 ad oggi.

 

I motivi sono vari e tutti riconducibili alla crisi che almeno da 4-5 mesi sta investendo il gruppo rossonero; 43 punti in 34 partite giocate sono davvero pochi, e pur vincendo tutte le prossime quattro gare che mancano alla fine della stagione il Milan non riuscirebbe ad evitare il primato negativo di punti nei tornei a 20 squadre, arrivando al massimo a 55, mentre il Milan di Seedorf dello scorso anno riuscì almeno a conquistarne 57. La media punti al momento è di 1,26 a partita, urge migliorarla con almeno due vittorie su quattro per non fare peggio della stagione fallimentare 1996-97, quella di Tabarez e del Sacchi bis. Il problema è che i rossoneri sfideranno Roma e Torino, due squadre in forma e ancora in lotta per obiettivi concreti, più abbordabili invece i match con le ormai salve Atalanta e Sassuolo.

 

Anche la classifica non può sorridere affatto: il Milan è attualmente 11° proprio come nel ’96-97, a pari punti con il Palermo, ma con alle calcagna Chievo e Udinese ferme a 41 punti, mentre il nono posto appare meno raggiungibile con il Torino che è attestato a 48. Difficile migliorare anche lo score di gol fatti, per ora solo 47: per non diventare il peggior attacco dell’era Berlusconi servirebbe segnare almeno 3 gol a partita nelle ultime giornate, missione impossibile. Così come quella di mantenere linda e pinta la porta di Diego Lopez da qui a fine campionato. 45 reti subite finora, lo scorso anno furono 49. Il pericolo di raschiare il fondo del barile è davvero concreto.

 

Redazione MilanLive.it