galliani, berlusconi, inzaghi
Adriano Galliani, Silvio Berlusconi e Filippo Inzaghi (foto by acmilan.com)

Del Milan di qualche anno fa è rimasto ben poco, forse solo la storia. In questa stagione la squadra sta letteralmente facendo disperare i tifosi rossoneri, non certo abituati ad assistere a partite di cotanta mediocrità. Il livello tecnico espresso dai calciatori in campo rasenta a tratti il ridicolo. Soprattutto negli ultimi mesi la squadra sembra completamente allo sbando. Pippo Inzaghi nonostante sia stato recentemente confermato sino a fine stagione, è stato più volte ad un passo dall’esonero. Già dopo la sfida contro l’Udinese persa 2-1, il presidente Silvio Berlusconi aveva praticamente deciso di cacciare Inzaghi e piazzare il tecnico della Primavera Cristian Brocchi. L’ad rossonero Adriano Galliani però ha insistito per la riconferma dell’ex bomber rossonero, e così è stato.

 

Ormai da mesi si susseguono quasi giornalmente continue voci sul possibile sostituto di Inzaghi. Tanti i nomi sul taccuino della società, ma una sola certezza: Inzaghi verrà rimpiazzato. Se sarà esonero o rescissione consensuale, questo si vedrà. Al momento le strade porterebbero ad una rescissione, in modo da consentire alla società di liberarsi dell’ingaggio e ad Inzaghi di trovarsi immediatamente una nuova sistemazione. Si pensa ad un possibile approdo al Sassuolo, club che già lo scorso anno si era dimostrata parecchio interessata.

 

Da Unai Emery a Jorgé Jesus, passando per Vincenzo Montella. Sono questi i nomi caldi in questo momento: in particolare i primi due per motivi strettamente economici sembrano più facili da ingaggiare. Infatti Montella, nonostante sia molto apprezzato da Berlusconi, ha una clausola rescissoria di circa 7 milioni di euro, in quanto il suo contratto con la Fiorentina scadrà nel 2017. Il futuro di Sinisa Mihajlovic sembra vicino al Napoli, ma in generale non sembra il profilo adatto al club rossonero. Attenzione però ad un clamoroso ritorno: quello di Carlo Ancelotti. Noi siamo stati tra i primi a parlarne diversi mesi fa, ma nelle ultime settimane il nome di Carletto è circolato in diverse redazioni. Dopo i grandi trionfi al Real Madrid in appena due anni, potrebbe lasciare la Spagna per ritornare nel suo amato Milan pronto ad accontentarlo (finalmente) in sede di calciomercato grazie all’arrivo di Bee Taechaubol.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it