Milan-Roma (Getty Images)
Milan-Roma (Getty Images)

La sfida della 35.a giornata di Serie A che vedeva di fronte Milan e Roma si è conclusa con una vittoria per 2-1 dei rossoneri grazie ai gol di Marco Van Ginkel e Mattia Destro entrambi su assist di Keisuke Honda. Proprio il giapponese è stato il migliore del match! Francesco Totti ha accorciato le distanze su rigore molto dubbio, ma i giallorossi non sono riusciti a trovare il pareggio. Pippo Inzaghi si fa espellere a pochi minuti dalla fine del match, ma può gioire per l’ottima prestazione della sua squadra.

 

Marcatori: 40′ Van Ginkel (ass. Honda); 60′ Destro (ass. Honda); 73′ Totti (R.)

Ammoniti: Torosidis, Florenzi, Pjanic, Destro, Mexes

Espulsi: /

 

Arbitro 

Tagliavento voto: 6

 

Guardalinee

Padovan voto: 7

Meli voto: 7

 

Assistenti arbitrali aggiunti

Irrati voto: 6

Pinzani voto: 5

 

MILAN: Diego Lopez 6; Abate 6, Alex 7 (Dall’85’ Mexes 6,5), Paletta 7, Antonelli 6 (Dal 65′ Bocchetti 5,5);

Poli 6, De Jong 6, Van Ginkel 6,5;

Honda 7,5, Destro 7 (Dal 75′ Pazzini ), Bonaventura 6.

Allenatore: Filippo Inzaghi 6

A disposizione: Abbiati, Gori (66), Mexes, Bocchetti, Zapata, Bonera, Suso, Mastalli (36), Felicioli (37), Modic (42), Mastour, Pazzini.

 

ROMA: De Sanctis 6; Florenzi 6, Manolas 5, Astori 5, Torosodis 5;

Nainggolan 6, De Rossi 5,5, Pjanic 4,5 (Dal 70′ Totti );

Ibarbo 4 (Dal 60′ Iturbe 6), Doumbia 5, Gervinho 6 (Dal 32′ Ljaijc 5,5).

Allenatore: Rudi Garcia 5

A disposizione: Skoropuski, Balzaretti, Holebas, A.Cole, Yanga Mbiwa, Keita, Paredes, Uçan, Iturbe, Ljajic, Sanabria, Totti.

 

UOMO PARTITA MILANLIVE: Keisuke Honda !!

 

– Le pagelle del Milan – 

Diego Lopez 6: Impegnato in paio di occasioni nella ripresa con tiri da fuori, sempre attento l’estremo difensore rossonero. Sicuro anche nelle uscite aeree.

 

Abate 6: Ordinaria amministrazione per il terzino rossonero al rientro dalla squalifica. Non molte azioni offensive, ma bravo e attento in fase difensiva.

 

Alex 6,5: Partita di grande sostanza per il centrale brasiliano che annulla completamente Doumbia. Bravo anche nelle diagonali difensive su un paio di ripartenze in velocità avversarie.

Dall’85’ Mexes: dopo 17 partite da titolare consecutive, prima esclusione per scelta tecnica. Nonostante sia entrato a pochi minuti dalla fine, non sbaglia un colpo. Ha il tempo per caricare la squadra, e anche per farsi ammonire per fallo tattico.

 

Paletta 7: Anche per lui, stesso discorso fatto per il compagno di reparto Alex. L’ex Parma sta pian piano dimostrando il suo buon apporto alla difesa rossonera.

 

Antonelli 6: Poche azioni offensive, bravo in fase difensiva a chiudere gli spazi a Ibarbo che praticamente è stato un fantasma per tutto il match. Lascia a metà secondo tempo per infortunio.

Dal 67′ Bocchetti 5,5: entra a freddo e si ritrova ad affrontare i velocisti Iturbe e Florenzi. Bravo a contenere e a limitare i danni.

 

De Jong 6: Sempre molto diligente davanti la difesa, anche se spesso si abbassa troppo e la squadra ne risente.

 

Van Ginkel 7,5: primo gol con la maglia rossonera per il giovane centrocampista olandese, che si inserisce in area con i tempi giusti ed insacca in rete l’ottimo cross basso di Keisuke Honda. Gol a parte, buona anche la sua partita in entrambe le fasi.

 

Poli 6: Sciupa troppo spesso alcune ripartenze che potevano essere letali per chiudere definitivamente il match. Ogni tanto troppo impreciso nei passaggi, ma la sua intensità in mezzo al campo è utile alla squadra.

 

Honda 7,5: Finalmente una prestazione degna di nota per il giapponese. Due assist molto simili ma tanto efficaci. Presente in fase difensiva, attento e letale in quella offensiva.

 

Bonaventura 6: A differenza delle ultime uscite, la sua non è la fascia più praticata, ma l’ex Atalanta si destreggia bene soprattutto in fase d’uscita.

 

Destro 7: Finalmente un numero 9 del Milan trova il gol e regala la vittoria alla squadra. Non accadeva dai tempi in cui Pippo Inzaghi giocava anzichè stare in panchina. Trova una rete da centravanti vero, spingendo in rete di testa un cross delizioso di Honda.

Dal 75′ Pazzini 6: decisivo il suo ingresso in campo. Ogni pallone che si aggirava dalla sue parti, era sua preda. E’ riuscito quasi sempre a tener palla e subire fallo, facendo rifiatare la difesa rossonera e spezzando i ritmi di gioco agli avversari.

 

All. Inzaghi 6: Finalmente una gioia. Dopo tante, troppe partite deludenti, il mister rossonero ritrova il sorriso. Tanta la tensione durante il match, addirittura a pochi minuti dalla fine Tagliavento lo allontana per le troppe proteste. Nonostante qualche perplessità al momento della scelta dell’11 iniziale, la squadra ha tirato finalmente fuori l’orgoglio battendo la Roma che veniva da due vittorie consecutive.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it