Ignazio Abate (Getty Images)
Ignazio Abate (Getty Images)

L’anticipo vittorioso di sabato sera contro la Roma ha avuto un gusto ancora più dolce per Ignazio Abate. Il terzino rossonero ha infatti raggiunto la 200esima presenza con la maglia del Milan, festeggiata con i tre punti conquistati davanti al pubblico di San Siro e con la fascia di capitano al braccio per tutti i 90 minuti. Per il 28enne è un traguardo importante, culmine di un’avventura iniziata nel settore giovanile del club e inframezzata da numerosi prestiti che lo hanno fatto maturare prima della consacrazione in Prima Squadra.

 

Con questo risultato, Abate entra a far parte di un piccolo pezzo di storia del Milan, proprio nell’anno in cui molti lo avrebbero visto bene con un’altra maglia addosso. Il giocatore, infatti, era stato seguito nelle ultime stagioni con grande interesse da diversi club, primi fra tutti PSG e Juventus, e anche l’Inter aveva sondato il terreno pensando di prelevarlo a fine campionato a parametro zero. Adriano Galliani, però, non ha mai ceduto alle offerte di cessione e si è detto sereno sulla situazione legata al contratto del ragazzo (in scadenza a giugno). Secondo Calciomercato.com, inoltre, la trattativa tra l’amministratore delegato e l’assistito noto agente di mercato Mino Raiola sarebbe ad uno stadio ormai avanzato e mancherebbe solo qualche formalità per il rinnovo. Una bozza d’accordo ci sarebbe già: un triennale da 2,5 milioni di euro netti a stagione che aspetta solo di essere firmato.

 

Andrea Panzeri – Redazione MilanLive.it