Una domenica di festa ma anche di grande tristezza quella del 13 maggio 2012 allo stadio San Siro. Si conclude una stagione che ha visto il Milan arrivare secondo alle spalle della Juventus, con la macchia del ‘gol fantasma’ di Muntari proprio nello scontro diretto tra le due big. Nell’ultima giornata contro il Novara è previsto il saluto e l’addio al club rossonero per molte bandiere.

 

La commozione e gli applausi fanno da cornice al match: Zambrotta, Gattuso, Nesta, Seedorf, Van Bommel e soprattutto Pippo Inzaghi sono i calciatori ormai giunti all’ultima apparizione con la maglia rossonera. Il match è da classico clima estivo, con il Novara già retrocesso che a sorpresa passa in vantaggio con Santiago Garcia. Ci pensa poi Mathieu Flamini a pareggiare. Ma la favola domenicale la scrive proprio Inzaghi, subentrato nel finale a Cassano: al minuto 82 scatta su assist dell’amico Seedorf, salta il portiere Fontana, e segna il più classico dei gol stile ‘SuperPippo’. Sarà l’ultimo in assoluto in carriera.

 

La giornata si conclude con il sentito saluto dei tanti senatori che hanno fatto grande il Milan dell’era Ancelotti, tra lacrime, giri di campo e cori meritati della curva Sud milanista. Quel 13 maggio di tre anni fa si chiuse definitivamente un’epoca.

 

 

Redazione MilanLive.it