Pippo Inzaghi (Getty Images)
Pippo Inzaghi (Getty Images)

L’ex centrocampista del Milan dal ’92 al ’96 Gianluigi Lentini, ha rilasciato un’intervista ai colleghi di Milano&Lombardia inserto de La Gazzetta dello Sport nella quale ha parlato della situazione in casa rossonera. In particolare, sull’avventura tutt’altro che positiva di Pippo Inzaghi sulla panchina milanista, ha riferito: “Inzaghi lo vedo male, ma se non avesse provato ad allenare i rossoneri, non avrebbe imparato certe cose di sé e della squadra. Chiaramente adesso per lui non sarà facile, perché ha fatto un anno negativo. Non dico che abbia responsabilità, ma verrà mandato via perché i risultati sono sotto gli occhi di tutti”.

 

Poi si concentra sul periodo di crisi che sta attraversando il Mila, tra notizie di cessione e progetto all’italiana pensato da Silvio Berlusconi nel caso non trovasse nei prossimi mesi investitori capaci di risollevare economicamente le sorti del club: “Quando vi è un momento così negativo diventa tutto più difficile. Anche quei giocatori che valgono un 8 diciamo, diventano da 6 scarso e hanno cali di rendimento inspiegabili. Mi auguro che il Milan possa riprendersi al più presto – conclude Lentini -, in modo che possa tornare a lottare per qualcosa di importante al più presto”.

 

Redazione MilanLive.it