Russia, Putin vuole cacciare Capello ma l’esonero sarebbe milionario

Fabio Capello & Christian Panucci (Getty Images)
Fabio Capello & Christian Panucci (Getty Images)

Fabio Capello è ad un passo dal sollevamento dell’incarico di commissario tecnico della Nazionale russa. A complicare la situazione dell’ex allenatore del Milan, resa già instabile da un rapporto da sempre difficile con i vertici della federazione calcistica, è stata infatti la sconfitta rimediata contro l’Austria durante una gara valida per le qualificazioni agli Europei del 2016. Il cammino della Russia per superare il girone si è fatto ormai complicatissimo e la panchina di Capello potrebbe ribaltarsi dopo aver tremato per diverso tempo.

 

Secondo indiscrezioni, per ottenere il licenziamento del tecnico italiano si sarebbe mosso anche il presidente Vladimir Putin in persona, ma questo esonero costerebbe carissimo: una clausola inserita nel rigidissimo contratto del CT costringerebbe, infatti, la federazione a risarcirlo di una cifra vicinissima ai 25 milioni di euro. La prospettiva dell’esonero, dunque, potrebbe non essere tanto negativa.

 

Andrea Panzeri – Redazione MilanLive.it