Milan, il giorno degli addii: Bonera, Muntari e Pazzini salutano

Daniele Bonera (Getty Images)
Daniele Bonera (Getty Images)

La rosa del Milan improvvisamente si sfoltisce, come raramente accaduto in precedenza. Tre calciatori ormai veterani del club salutano la maglia rossonera, senza le lacrime e la commozione di quel Milan-Novara 2012 quando i vari Inzaghi, Nesta, Seedorf e compagnia decisero di salutare per sempre il club con il quale avevano vinto e convinto per anni.

 

Nessuna dimostrazione di affetto per Daniele Bonera, anche se i 9 anni a Milanello non si dimenticano facilmente. Il duttile ed esperto difensore rossonero, che già interessa al Verona, ha visto esaurirsi il proprio contratto senza proposta di rinnovo, anche se nelle scorse settimane si era vociferato di un’altra stagione per lui con il Milan. Criticato aspramente dai tifosi come simbolo degli scarsi investimenti del club su giovani e campioni, Bonera resta un rispettabile jolly difensivo che non ha proprio intenzione di appendere gli scarpini al chiodo.

 

Con lui saluta Giampaolo Pazzini, solo tre stagioni al Milan fatte di alti e bassi, ma anche di tanta sfortuna tra ko muscolari e infortuni più seri. Dopo i 15 gol nell’annata con Massimiliano Allegri ha visto il campo sempre con meno frequenza, lasciato troppo spesso in panchina e utilizzato con il contagocce. Il suo addio al Milan era deciso da tempo. A sorpresa ha lasciato anche Sulley Muntari, che dopo la rottura con il club ad aprile, per lo scarso impiego in campionato, ha sciolto il legame che l’avrebbe costretto ad un altro anno di panchine e tribune. Per il ghanese 11 reti in Serie A con i rossoneri.

 

Redazione MilanLive.it