Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Al termine dell’amichevole Paris Saint Germain-Fiorentina, nella quale ha messo pure a segno un bel gol, Zlatan Ibrahimovic è stato interpellato dai microfoni di Sky Sport per parlare del suo futuro e lui ha risposto con una semplice frase: “Il mio futuro è nelle mani di Mino Raiola“. Un’affermazione che apre diversi scenari: non esclude la permanenza a Parigi, ipotesi ventilata da L’Equipe pochi giorni fa, e neppure un’eventuale ritorno al Milan. Lo svedese non si sbilancia, ma le sue parole fanno sicuramente discutere in queste ore. Centrale il ruolo del suo agente, spesso decisivo nel riuscire a portare il suo assistito da una squadra ad un’altra.

 

Nel viaggio di Doha di diverse settimane fa Ibrahimovic e Raiola non erano riusciti a far accettare le proprie richieste dallo sceicco Al Thani, proprietario del PSG. Né l’autorizzazione ad andarsene svincolandosi e neppure il prolungamento di un contratto che scadrà solo nel giugno 2016. E’ difficile che il 33enne centravanti rimanga a Parigi con il contratto in scadenza: o se ne andrà oppure rinnoverà.

 

Il quotidiano Tuttosport spiega che il Milan preferirebbe che Raiola se la vedesse da solo con il PSG liberando di fatto Ibrahimovic dal suo vincolo contrattuale attuale. I rossoneri investirebbero tutto sull’ingaggio del giocatore poi. Già pronto un triennale a cifre che oscillano tra i 6 e gli 8 milioni di euro netti annui (In Francia ne prende circa 12 più bonus). Se dovesse rendersi necessario versare un indennizzo al club francese, Adriano Galliani non si tirerebbe indietro. Sempre Tuttosport scrive che esso non dovrà superare i 10 milioni di euro. Secondo La Gazzetta dello Sport, invece, il Milan è pronto a versare 5,5 milioni. L’affare decollerà comunque ad agosto. Il PSG lavora già a rinforzarsi in attacco intanto. Angel Di Maria è vicino e si sta tentando di prendere anche Alexandre Lacazette dal Lione.

 

Redazione MilanLive.it