Barbara Berlusconi (Getty Images)
Barbara Berlusconi (Getty Images)

Il Milan ha incassato il sì di Fondazione Fiera Milano per la realizzazione dello stadio di proprietà al Portello, dove già sorge la nuova sede rossonera. La vittoria del bando per la riqualificazione dell’area che comprende i padiglioni 1 e 2 della vecchia Fiera è stato un primo passo importante, ma l’iter per arrivare alla costruzione dell’impianto è ancora lungo. Bisogna innanzitutto ottenere l’approvazione del Comune di Milano, dal quale non sono finora arrivati segnali particolarmente incoraggianti. La questione dovrà risolversi entro 6 mesi e non di più. Di mezzo c’è ovviamente la politica. La Giunta guidata dal sindaco Giuliano Pisapia resterà in carica solo per un altro anno prima delle elezioni e bisognerà vedere se approverà il progetto del Milan, consapevole di dover poi eventualmente lasciare tutto in mano a chi verrà dopo.

 

Il Corriere dello Sport spiega che Barbara Berlusconi intanto sta anche cercando dei finanziamenti. Per realizzare lo stadio servono almeno 300 milioni di euro, al momento ne sta cercando circa la metà effettuando tour esplorativi presso istituti di credito. La banca Unicredit ha già dato la sua disponibilità a discuterne tramite le parole dell’amministratore delegato Ghizzoni. Un contributo importante dovrebbe poi arrivare anche da sponsor e partner commerciali. Fly Emirates in tempi non sospetti aveva ammesso di essere interessato al tema dello stadio del Milan, soprattutto relativamente ai naming rights. Barbara Berlusconi vorrebbe inaugurare l’opera per la stagione 2018/2019.

 

Redazione MilanLive.it