Davide Calabria (getty images)
Davide Calabria (getty images)

Tutti pazzi per Davide Calabria, un nome che ai simpatizzanti di altre squadre italiane dirà ancora molto poco, ma che i tifosi del Milan stanno cominciando ad apprezzare come nuovo asto nascente del club rossonero, venuto fuori dopo quasi nove anni di esperienza nel settore giovanile di Milanello. E’ il talento del momento, visto che in questa fase di precampionato sta trovando meritatamente spazio con i big, prenotando un posto in prima squadra in vista della nuova stagione.

 

La Gazzetta dello Sport ripercorre tappe e qualità di Calabria, nativo di Brescia, classe 1996 e da meno di un anno maggiorenne. I genitori Battista e Caterina hanno sempre appoggiato la sua passione per il calcio e la fede rossonera, che lo hanno portato a fare tutta la trafila con le giovanili, dagli Esordienti fino alla Primavera. Il pregio di Calabria è sicuramente la duttilità: ha cominciato da mediano, trasformato poi negli Allievi in mezzala di centrocampo. Con Filippo Inzaghi si è riscoperto terzino sinistro, mentre nell’ultima stagione Christian Brocchi lo ha preferito nel ruolo opposto, a destra.

 

Si ispira naturalmente a Paolo Maldini, un modello assoluto per chi fa il terzino nel Milan, ma il suo obiettivo attuale è diventare il nuovo David Alaba, l’eclettico e fortissimo laterale del Bayern Monaco al quale il suo procuratore lo ha recentemente paragonato. Fisico non eccelso ma tanta corsa, rapidità e intensità nelle sue giocate, Davide sogna la maglia da titolare anche contro il Real Madrid giovedì dopo aver stupito tutti nel derby di sabato scorso a Shenzhen. Il futuro è dalla sua parte.

 

Redazione MilanLive.it