Alessio Cerci (Getty Images)
Alessio Cerci (Getty Images)

Il Milan fa la conta degli esuberi e delle permanenze, soprattutto in attacco, reparto in realtà ancora da sfoltire nonostante la recente partenza di Stephan El Shaarawy, finito al Monaco per circa 16 milioni di euro complessivi. L’impressione è che il club voglia preparare il terreno al clamoroso ritorno di Zlatan Ibrahimovic, ma per il momento il tecnico Sinisa Mihajlovic sta decidendo chi può restare e chi no.

 

Secondo Tuttosport pare che i rossoneri abbiano letteralmente blindato sia il francese M’Baye Niang che l’italiano Alessio Cerci. I due avrebbero convinto proprio mister Mihajlovic a puntare su di loro a lungo termine; soprattutto l’ex Genoa in questa fase di precampionato si sta dimostrando maturato ed idoneo ad avere un ruolo importante nel prossimo campionato, magari come prima alternativa al duo titolare Luiz Adriano-Bacca.

 

Discorso che potrebbe essere invece differente per Alessandro Matri, provato titolare ma senza buone convinzioni nel derby di Shenzhen giocato sabato scorso. L’ex juventino è apparso indietro come condizione e potrebbe essere sacrificato in caso di offerta interessante. Il calciatore non è ben visto dai tifosi visti i precedenti flop in rossonero ed è stato sondato recentemente da club italiani come la Sampdoria e il Bologna.

 

Redazione MilanLive.it