Bee Taechaubol (foto dal web)
Bee Taechaubol (foto dal web)

Il volto del Milan nei prossimi mesi cambierà completamente; situazione inevitabile per la società rossonera, dettata dall’ingesso di Bee Taechaubol nei quadri dirigenziali. Le motivazioni sono ormai note, visto che il 48% delle quote passerà in mano al broker thailandese, che verserà circa 480 milioni di euro nelle casse Fininvest. Primi cambiamenti nel consiglio di amministrazione, che vedrà almeno 3 o 5 inserimenti provenienti dalla cordata di Bee.

 

Poi, secondo il Corriere della Sera, quando sarà ratificato l’affare, avverrà la procedura per la quotazione in Borsa del Milan, probabilmente ad Hong Kong; ciò costringerà i proprietari a passare alcune percentuali del club agli azionisti minori, facendo slittare al 39% la quota di Fininvest e della famiglia Berlusconi e al 36% quella di Bee. Nodo centrale sarà lo sviluppo del brand in Oriente, con nuove strategie che la cordata dell’imprenditore starebbe valutando al meglio.

 

Infine il cruccio stadio di proprietà: nelle prossime ore Bee Taechaubol e Barbara Berlusconi si incontreranno per fare il punto della situazione e programmare alcuni appuntamenti con possibili partner o sponsor in vista dei nuovi finanziamenti per il progetto edilizio. Insomma il Milan del nuovo corso e del dualismo societario potrebbe cambiare completamente orizzonti e piani d’azione.

 

Redazione MilanLive.it