Adriano Galliani (Getty Images)
Adriano Galliani (Getty Images)

Al termine della sua lunga intervista alla Gazzetta dello Sport, l’a.d. del Milan Adriano Galliani ha ‘celebrato’ i suoi 30 anni di carriera rossonera scrivendo su un foglio di carta il suo cosiddetto ‘undici ideale’, ovvero la formazione tutta rossonera dei migliori calciatori che Galliani ha gestito durante il suo mandato, ancora in corso, come dirigente del club lombardo.

 

Ne è venuta fuori una super-formazione, con Galliani che si è azzardato soltanto ad inserire due ‘parentesi’ in attacco: “Mi dia foglio e penna. Premessa: scelgo in base a quello che i giocatori hanno dato al Milan. Parto dalla difesa che è indiscutibile: Tassotti, Costacurta, Baresi, Maldini. In porta Rossi, perché è suo il record di imbattibilità. Passo in attacco: Kakà trequartista e poi la coppia Gullit-Van Basten. Però mi concedo due parentesi proprio tra le punte e cito Shevchenko e Inzaghi. Regista sicuramente Pirlo, interni Rijkaard e Seedorf. Allenatori Sacchi, Capello, Ancelotti”.

 

L'undici ideale di Galliani (gazzetta dello sport)
L’undici ideale di Galliani (gazzetta dello sport)

 

Redazione MilanLive.it