La formazione del Milan (getty images)
La formazione del Milan (getty images)

Un Milan nel complesso molto positivo, grintoso, forte e volenteroso di portare a casa il risultato. Si può essere assolutamente ottimisti dopo la prestazione di ieri contro il Real Madrid, anche se per quanto riguarda le prove dei singoli non tutti hanno brillato, visto che la condizione atletica e fisica ancora è carente. La Gazzetta dello Sport ha indicato top & flop del match di Shanghai pareggiato 0-0 contro le merengues.

 

Tra i migliori certamente Nigel de Jong, vero e proprio dominatore in mezzo al campo. Indossata la fascia di capitano, ha zittito tutti coloro che lo hanno sempre considerato un umile mastino di centrocampo, donando qualità e quantità alla manovra rossonera. Con lui molto bene anche Luca Antonelli, un vero e proprio treno sulla fascia sinistra; in campo per 73′ l’ex genoano ha spinto e difeso con grande qualità, senza fermarsi mai. Positivo l’approccio di M’Baye Niang, sempre in crescita, uomo più pericoloso nel primo tempo, con la dimostrazione di essere maturato dopo le bizze di qualche mese fa.

 

Tra i peggiori invece spicca Alessio Cerci, che fa una brutta figura al cospetto del compagno di reparto Niang, sempre attivo e concreto, mentre l’ex granata si limita al compitino senza però trovare il bandolo della matassa. Delude ancora Andrea Bertolacci, che sembra far fatica ad integrarsi negli schemi di Mihajlovic, rischiando di pestarsi spesso i piedi con il trequartista di turno Suso. Infine ancora in ritardo di condizione Riccardo Montolivo, troppo morbido nel suo ingresso in campo e poco al centro della manovra. Ma ci sarà tempo per migliorare.

 

Redazione MilanLive.it