Sven-Goran Eriksson (Getty Images)
Sven-Goran Eriksson (Getty Images)

La Gazzetta dello Sport ha intervistato in esclusiva lo svedese Sven-Goran Eriksson, storico allenatore giramondo, che in Italia ha fatto le fortune di molte squadre di club, soprattutto Sampdoria e Lazio. E’ stato il maestro dei due attuali tecnici delle squadre milanesi, Roberto Mancini e Sinisa Mihajlovic con i quali ha tuttora un ottimo rapporto.

 

L’allenatore dello Shanghai SIPG è stato interpellato dalla ‘rosea’ proprio riguardo ai suoi pupilli, in primis Mihajlovic alla prima esperienza in una big del calcio italiano: “Purtroppo non l’ho incontrato in Cina perché quando il Milan è arrivato io e la mia squadra eravamo in trasferta. Di Mancini e Simeone sapevo che sarebbero diventati grandi allenatori, per Sinisa mi sono dovuto ricredere, sta facendo davvero benissimo“.

 

Eriksson lancia le milanesi verso lo scudetto per la prossima stagione: “A Mancini ho detto personalmente di dover puntare al titolo, lo avrei detto anche a Mihajlovic, il suo Milan mi sembra già competitivo, poi se arrivasse anche Ibrahimovic…E’ rimasto legato al Milan, un eventuale ritorno sarebbe utile ad entrambi“.

 

Redazione MilanLive.it