Jeremy Menez (Getty Images)
Jeremy Menez (Getty Images)

Momento davvero particolare per Jeremy Menez, l’uomo che a suon di gol (ben 16) ha trascinato il Milan lo scorso anno migliorando la sua classifica nonostante la stagione assolutamente amara vissuta dalla banda Inzaghi. Il francese nel giro di pochi mesi sarebbe passato da leader dell’attacco e inamovibile a calciatore poco utile e ancora indisponibile.

 

Sinisa Mihajlovic, secondo quanto scrive il Corriere della Sera di oggi, non lo considera un calciatore titolare, sia per colpa dell’infortunio e dei postumi dell’operazione che lo costringono ancora a lavorare a parte, sia per la sua anarchia tattica che non lo pone in buona luce al cospetto di un allenatore che invece punta tutto sulla disciplina e sui doveri tecnico-tattici.

 

Possibile dunque che venga messo ufficialmente in lista trasferimenti, anche perché una sua cessione farebbe guadagnare al Milan una plusvalenza di mercato importantissima per il bilancio e aprirebbe uno spazio in rosa al possibile sogno Zlatan Ibrahimovic, con il quale comunque Menez ha un ottimo rapporto dai tempi di Parigi. JM7 non vorrebbe abbandonare Milano dopo la grande stagione appena trascorsa, ma la sua utilità da queste parti sembra essere svanita molto presto.

 

Redazione MilanLive.it