Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Cala l’ottimismo in casa Milan riguardo all’arrivo di Zlatan Ibrahimovic; il campione svedese considerato un fuoriclasse imprescindibile anche per l’attacco della squadra di Sinisa Mihajlovic, rischia di essere letteralmente ‘blindato’ dalla famiglia Al-Thani, proprietaria della squadra parigina con la quale il numero 10 ha un contratto in scadenza tra un anno, il 30 giugno 2016.

 

Tuttosport di oggi fa il resoconto della situazione, parlando di una strategia degli sceicchi per trattenere Ibra e non lasciarlo alla mercé altrui, nonostante il suo desiderio di tornare al Milan sia sicuramente alto. Il piano prevede la permanenza dello svedese fino a fine contratto a Parigi, per poi passare a costo zero ma con stipendio immutato nell’Al-Saad, la squadra qatariota dove milita attualmente anche lo spagnolo Xavi.

 

L’esperienza di Ibrahimovic in Qatar permetterà al paese di sponsorizzare il proprio calcio in vista dei Mondiali del 2022, ma nella strategia di Al-Thani è previsto solo un anno di permanenza nel paese arabo. Ibra chiduerà la carriera negli States, nella nuova franchigia di proprietà degli sceicchi che sta cercando di fondare David Beckham dalle parti di Los Angeles. Mino Raiola è stato informato su questa ipotesi e, nonostante l’amicizia con Adriano Galliani, sembra si stia convincendo ad accettarla in sintonia con Ibra.

 

Redazione MilanLive.it