Alessio Romagnoli (Getty Images)
Alessio Romagnoli (Getty Images)

Le amichevoli estive sono importanti per capire il momento della squadra, la fase di rodaggio, ma anche per le vicende di calciomercato. Se un calciatore al centro delle cronache e dei rumors non viene fatto scendere in campo in un test-match potrebbe significare solo cessione imminente, vista la volontà della squadra proprietaria del cartellino di non rischiare l’incolumità sia fisica del giocatore sia della possibile vendita.

 

E’ il caso di Alessio Romagnoli, ieri per 90′ in panchina nell’amichevole tra Valencia e Roma allo stadio Mestalla. Nessun problema fisico per ilo 20enne difensore centrale, ne’ litigi con compagni o staff. Semplicemente una precauzione visto che il Milan è sempre più vicino ad ingaggiare l’ex doriano e consegnarlo a Sinisa Mihajlovic, suo maestro e mentore, prima dell’inizio della stagione.

 

Ieri Rudi Garcia ha deciso di risparmiare Romagnoli, preferendo gli altri tre centrali a sua disposizione, come Manolas, Mapou e Castan; evidentemente il romanista viene considerato il quarto difensore, ruolo che gli sta molto stretto vista la prospettiva di giocare da titolare con il Milan. Un segnale forte dunque che potrebbe agevolare la trattativa che oggi a Forte dei Marmi verrà messa a punto dai due amici-colleghi Adriano Galliani e Walter Sabatini.

 

Redazione MilanLive.it