Alessio Romagnoli (Getty Images)
Alessio Romagnoli (Getty Images)

25 milioni di euro più bonus che, se raggiunti in toto, farebbe lievitare il costo dell’affare Alessio Romagnoli fino a quasi 30 milioni, cifra davvero molto alta e onerosa per un difensore classe ’95, considerato un ‘unicum’ nel panorama calcistico italiano ed internazionale. Il Milan spende tanto perché l’ormai ex romanista era un obiettivo dichiarato dell’allenatore Sinisa Mihajlovic, una sorta di soluzione imprescindibile per la difesa.

 

Il Corriere dello Sport ricorda nel frattempo quali sono stati i difensori più costosi di sempre nel calcio europeo ed internazionale; numeri pazzeschi seppur si tratti di un ruolo a volte bistrattato e considerato meno decisivo di quelli offensivi. Eppure, se si pensa alla recente valutazione dell’affare David Luiz tra Chelsea e Psg, ci si può ricredere visti i 50 milioni spesi dai parigini per il forte centrale brasiliano.

 

Romagnoli con i suoi 25 milioni non è in cima alla lista, che vede invece gente come Rio Ferdinand, Thiago Silva e Lilian Thuram. Ma il giovane centrale acquistato dal Milan si inserisce alla grande, superando i costi di campioni assoluti come Fabio Cannavaro e Walter Samuel, pagati intorno ai 23-24 milioni nel decennio scorso. Ma se si prende ad esempio solo la questione ‘italiani’ Romagnoli si arrende solo ad Alessandro Nesta, altro colpaccio del Milan per 30,5 milioni di euro nel 2002.

 

Redazione MilanLive.it