Gabriel Paletta e Nacer Chadli (Getty Images)
Gabriel Paletta e Nacer Chadli (Getty Images)

Con un Alessio Romagnoli in più ora il Milan può pensare alle cessioni ed a perfezionare numericamente la propria rosa. Il mercato in entrata non può forse ancora dirsi concluso, visto che a centrocampo probabilmente si cercherà un innesto di qualità anche last-minute e in attacco resta sempre aperto forzatamente il discorso Zlatan Ibrahimovic. Ma la difesa è quasi fatta, o meglio serve fare almeno una cessione per non ritrovarsi in sovra numero nella prossima stagione.

 

Secondo il Corriere dello Sport gli intoccabili al momento sono Philippe Mexes e Rodrigo Ely, coppia più affidabile anche secondo Sinisa Mihajlovic dopo le ultime amichevoli estive. In chiave partenze dunque restano papabili le candidature di Cristian Zapata, Alex e Gabriel Paletta; ma se il colombiano sta facendo molto bene, convincendo il tecnico serbo a puntare su di lui spesso, gli altri due non sembrano dare grande affidabilità.

 

Il brasiliano 32enne potrebbe tornare in patria, magari al Santos, ma il club paulista non ha la disponibilità economica per accontentarlo dal punto di vista dell’ingaggio. L’italo-argentino invece è forte delle parole di Martin Guastadisegno, suo agente personale che ha ammesso di fargli cambiare aria dopo l’acquisto di Romagnoli. Ma il difensore non è contento delle proposte di Atalanta e Bologna e attende un’offerta migliore e più prestigiosa. Intanto Cristian Zaccardo, fuori rosa ormai da mesi, rifiuta la soluzione indiana facendo ancora infuriare tifosi e dirigenza.

 

Redazione MilanLive.it