Sinisa Mihajlovic (Getty Images)
Sinisa Mihajlovic (Getty Images)

Il Milan supera il turno in Coppa Italia battendo il Perugia 2-0. In gol Luiz Adriano e Keisuke Honda. Al termine del match Sinisa Mihajlovic ai microfoni della Rai ha fatto la sua disamina del match: “Abbiamo fatto bene. Poi abbiamo gestito la partita anche se non mi piace questa scelta. Avrei preferito che avessimo segnato altri gol.

 

Polemico il mister contro tutto lo stadio rossonero reo di non aver sostenuto la squadra come avrebbe dovuto: “Non capisco perché i tifosi del Milan possano fischiare un giocatore della squadra. E’ inaccettabile. Se non sono contenti della prestazione fischino dopo la partita”. 

 

Infine sulla prestazione dei singoli, in particolare su Rodrigo Ely e Alessio Romagnoli: “Hanno fatto molto bene. Attente e concentrati sulle marcature preventive anche se sono stati poco impegnati.

 

Sul resto della squadra: “Tutti hanno fatto la loro parte anche se non era facile. Questa è la strada giusta, bisogna continuare così.

 

Sul calciomercato e sulle voci su Zlatan Ibrahimovic: “Preferisco parlare dei giocatori che ho in squadra”.

 

Sull’esordio in campionato contro la Fiorentina:  “Sarà una partita difficile, ma lo sono tutte in Serie A”.

 

Di seguito ecco le dichiarazioni rilasciate dal tecnico ai microfoni dei colleghi di Milan Channel: “Abbiamo chiuso la partita nel primo tempo, non mi è piaciuto l’atteggiamento nel secondo tempo però perché dobbiamo dare sempre il massimo. Abbiamo fatto bene nel recupero immediato e possesso palla. Abbiamo messo in pratica gli allenamenti. Romagnoli ed Ely hanno fatto bene ma anche grazie a tutta la squadra. I nostri attaccanti sono i nostri primi difensori, noi gli diamo le soluzioni e il loro talento li fa finalizzare. Non è mai facile vincere, non devono esistere avversari difficili o facili, dobbiamo pensare solo a vincere”

 

Ancora sui fischi da parte del pubblico di San Siro ai calciatori del Milan: “Non è accettabile fischiare in partita”.

 

Sul mercato: “La società valuterà le scelte sul mercato. Continueremo ad allenarci come abbiamo fatto in vista della Fiorentina”.

 

Sul match giocato da Jeremy Menez e sulla sua futura posizione in campo: “Menez se vorrà giocare trequartista o seconda punta dovrà fare quello che gli sarà chiesto. Si allena da 4 giorni col gruppo, naturalmente gli manca il ritmo partita”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it