Cristian Brocchi (acmilan.com)
Cristian Brocchi (acmilan.com)

Intervistato dal canale tematico della società Milan Channel, l’allenatore della Primavera rossonera Cristian Brocchi è tornato a parlare delle amichevoli disputate in Sud Africa e dei suoi nuovi ragazzi. “Abbiamo scelto il Torneo di Durban per giocare partite importanti con squadre che avevano iniziato la preparazione molto prima di noi. Era normale soffrire, ma era quello che noi volevamo per mettere subito i ragazzi alla prova. Abbiamo fatto un ottimo torneo ci siamo allenati e preparati molto bene – ha affermato l’ex centrocampista del Milan – Non sono preoccupato per il nuovo gruppo, anzi. Io tendo solo a smorzare l’eccessivo entusiasmo che c’è intorno ai ’98 ma non per sminuire le loro qualità. Questo gruppo è composto da tanti bravi giocatori e il nostro obiettivo sarà quello di farli crescere allenamento dopo allenamento, partita dopo partita”.

 

Aggregato alla Primavera dopo un’esperienza incolore con la Prima Squadra, Hachim Mastour sta provando a riconquistare la fiducia della società rossonera e Brocchi è pronto ad essere il primo a scommettere su di lui: “Mastour ha dimostrato di avere un atteggiamento diverso rispetto alla scorsa stagione. L’anno scorso si è ritrovato tra i professionisti e quando scendeva da noi giocava solo per se stesso. In Sud Africa, invece, è stato uno dei migliori in assoluto ed ora ascolta i nostri consigli. Per diventare buoni giocatori bisogna certamente avere qualità, ma anche grande spirito di sacrificio e lui l’ha capito”.

 

Infine, mister Brocchi ha avuto una parola anche per Sinisa Mihajlovic. Il tecnico serbo ha stupito un pò tutti in casa Milan e, con il suo carisma e la sua determinazione, ha già conquistato il collega: “Ho visto la volontà e la determinazione di Mihajlovic e devo dire che sono molto in sintonia con quello che il modello Milan vuole fare. Sia il mister che il suo staff mi hanno fatto una bellissima impressione. Appena arrivato ha voluto subito avere un confronto con me e ci siamo promessi di risentirci più avanti: questo è un bellissimo segnale perchè vuol dire che Mihajlovic crede nei giovani”.

 

Andrea Panzeri – Redazione MilanLive.it