Alessio Cerci (Getty Images)
Alessio Cerci (Getty Images)

Il rapporto tra Alessio Cerci ed il pubblico di San Siro non è dei migliori in questo momento. Lunedì sera dopo il suo ingresso in campo nel finale di Milan-Perugia di Coppa Italia è stato punzecchiato più volte dai fischi di diversi tifosi presenti allo stadio, provocando anche una reazione da parte di Sinisa Mihajlovic in difesa del suo calciatore. Il tecnico serbo ha infatti dichiarato che era inaccettabile che i tifosi del Milan fischiassero un loro giocatore, soprattutto nel corso del match, mentre sarebbe più comprensibile se ciò avvenisse dopo il fischio finale. Una presa di posizione importante, che sicuramente l’ex stella del Torino ha gradito.ò

 

La Gazzetta dello Sport spiega che Mihajlovic stima molto Cerci e non a caso lo considera incedibile, stesso discorso che fa anche il Milan. L’esterno di proprietà dell’Atletico Madrid, in prestito al club di via Aldo Rossi fino al giugno 2016, non dovrebbe quindi partire. I fischi di San Siro sono già alle spalle e il giocatore si sta allenando a Milanello in maniera serena e impegnandosi con determinazione. Vuole far ricredere i critici, anche se è consapevole che per ottenere spazio dovrà lavorare molto visto che nelle gerarchie dell’attacco non è ai primi posti.

 

Redazione MilanLive.it