Roberto Soriano (getty images)
Roberto Soriano (getty images)

Ore 20.55 – Gianluca Di Marzio, noto esperto di calciomercato, tramite il suo sito ufficiale spiega che tra Milan e Sampdoria ci saranno nuovi contatti nei prossimi giorni. C’è ottimismo comunque. La clausola da 10 milioni è come se non esistesse dato che i rossoneri vogliono pagare con formula dilazionata. Va trovata un’intesa. Nell’operazione per Roberto Soriano può rientrare anche Antonio Nocerino, ma i blucerchiati vorrebbero che il club di via Aldo Rossi pagasse l’ingaggio del centrocampista campano per intero. Inoltre i liguri vorrebbero tenere il proprio calciatore fino alla seconda giornata di campionato che giocheranno contro il Napoli, mentre il Milan vuole chiudere prima l’affare.

 

Ore 16.40 – Tramite il proprio account Twitter, Alfredo Pedullà ha aggiunto altri dettagli alla trattativa Soriano: “La Samp chiede 13 milioni più il cartellino di Nocerino, con ingaggio pagato quasi interamente dal Milan. Da lunedì si riparte”

 

Ore 16.45 – Affare per Roberto Soriano rimandato. Fumata grigia nell’incontro tra Sampdoria e Milan a Forte dei Marmi. Intervenuto ancora a Sky Sport 24, Peppe Di Stefano ha riferito: “Ferrero è tornato a Genova. Non c’è ancora un accordo tra le parti, che si aggiorneranno lunedì. Non c’è né ottimismo, né pessimismo. Ribadiamo che l’offerta del Milan è di 10 milioni di euro magari inserendo dei bonus di 2 mln e Nocerino. La richiesta dei blucerchiati è di 15 milioni di euro. L’idea di Ferrero sarebbe quella di avere Nocerino, insieme a 12/13 milioni di euro, ma togliere i bonus. Le parti si rivedranno nei prossimi giorni e da lunedì si tornerà a parlarne. C’è ancora un po’ di distanza tra i due club. Resta comunque una trattativa aperta”. 

 

Ore 15.00 – Pranzo di lavoro quello tra Galliani e i dirigenti della Sampdoria a Forte dei Marmi. Peppe Di Stefano, intervenuto a Sky Sport 24, ha fatto il punto sulla situazione: “Pranzo a 4 tra Galliani, Osti, Ferrero e Romei (dirigente Samp). C’è stata anche un’incursione veloce anche di Enrico Preziosi che ha parlato privatamente con Ferrero. 10 milioni di euro è la base di partenza per acquistare il giocatore. Si continuerà a parlare nelle prossime ore. C’è comunque la certezza è che il Milan vuole acquistare il calciatore e la Sampdoria vuole cedere”. 

 

Ore 14.00Adriano Galliani ha rilasciato una breve dichiarazione ai microfoni di Sky Sport: “Siamo ancora lontani dall’accordo. Adesso andiamo a pranzo. Inserimento di Nocerino nella trattativa? Non si sa”.

 

Ore 13.30 – I colleghi di Sky Sport riferiscono che l’affare Soriano potrebbe concludersi già in giornata. Si tratta su una cifra che si aggirerebbe intorno ai 10 milioni di euro pagabili in due anni in due rate da 5 mln l’una. Nessun pagamento diretto della clausola rescissoria, stando a tali indiscrezioni. Galliani vorrebbe inserire una contropartita tecnica per abbassare le preteste del duo Osti-Ferrero: possibile un inserimento nell’affare di Antonio Nocerino, anche se non sono da escludere i nomi di Andrea Poli e José Mauri.

 

Ore 12.00 – Come riportato in esclusiva da Tuttomercatoweb.com, il direttore sportivo della Sampdoria Carlo Osti e il presidente Massimo Ferrero sono arrivati al Grand Hotel Imperiale di Forte dei Marmi. I vertici blucerchiati hanno raggiunto l’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani nella stessa location che ha sancito il passaggio di Alessio Romagnoli dalla Roma al Milan due settimane fa. A brevissimo è atteso il summit, forse decisivo, per Roberto Soriano.

 

Il 24enne centrocampista della Samp è un obiettivo di mercato voluto fortemente da Sinisa Mihajlovic e Galliani ha il compito di soddisfare nuovamente il tecnico serbo. Con il sì del giocatore già in cassaforte e con un contratto quinquennale da 1,5 milioni di euro netti a stagione solo da firmare, l’ultimo dettaglio da trovare è la cifra da corrispondere alla società ligure. La clausola rescissoria di Soriano è fissata a 10 milioni di euro, ma il Milan dovrebbe pagarla in un’unica tranche. In via Aldo Rossi, invece, puntano a un pagamento dilazionato e, per assecondare questo desiderio, il ds Osti e il patron Ferrero chiederanno un leggero rialzo fino a 12-13 milioni di euro. Le parti trattano, seguono aggiornamenti.

 

Redazione MilanLive.it