Sinisa Mihajlovic (Getty Images)
Sinisa Mihajlovic (Getty Images)

Sinisa Mihajlovic nella sua esperienza da allenatore del Milan dovrà alcuni diversi tabù. Innanzitutto quello di riuscire ad essere il primo tecnico straniero dell’era Berlusconi a non farsi esonerare a stagione in corso o al termine della stessa. Il secondo è quello di vincere nella partita di esordio in campionato, cosa riuscita ai suoi più recenti predecessori sulla panchina rossonera come Leonardo, Massimiliano Allegri, Clarence Seedorf e Filippo Inzaghi. Tutti e quattro alla loro prima gara sono riusciti a raccogliere i tre punti.

 

Il quotidiano Tuttosport evidenzia che Mihajlovic nei suoi quattro precedenti sulle panchine di Bologna, Catania, Fiorentina e Sampdoria ha ottenuto tre pareggi e una sconfitta. Gli manca la vittoria e far di tutto per sconfiggere la cabala domenica sera all’Artemio Franchi di Firenze. La sua prima vera partita ufficiale da allenatore del Milan l’ha già disputata in Coppa Italia vincendo contro il Perugia, ma si sa che l’esame più importante è quello del campionato. Una sfida difficile come quella contro la Fiorentina è l’ideale per invertire la tendenza sfavorevole. Contro un allenatore come Paulo Sousa che, invece, ha sempre fatto bene all’esordio.

 

Redazione MilanLive.it