Sinisa Mihajlovic e Mario Balotelli
Sinisa Mihajlovic e Mario Balotelli

Dopo la buona vittoria contro il Perugia non ci si era certo illusi che il Milan fosse già a posto e competitivo per il campionato, ma la squadra aveva lanciato segnali incoraggianti e ci si attendeva una partita positiva contro la Fiorentina al di là del risultato. Invece al Franchi i rossoneri non sono scesi in campo con il giusto atteggiamento. Oltre a difettare per quanto riguarda il gioco, i giocatori di Sinisa Mihajlovic non ci hanno messo la grinta e l’impegno richiesti. Troppe disattenzioni e imprecisioni. Una sconfitta assolutamente meritata, seppur alla fine maturata solamente su calcio di punizione e calcio di rigore.

 

Quando il migliore in campo è Diego Lopez e fai fatica a salvarne altri, si capisce che è andato tutto storto. Il dato che impressiona è che il Milan non abbia mai calciato in porta, anche se due ghiotte occasioni con Giacomo Bonaventura le ha avute. Rodrigo Ely e Alessio Romagnoli hanno faticato e molti sono già pronti a condannarli, vizio tipico in Italia con tanti giovani, ma noi li aspettiamo e gli diamo fiducia. L’età è dalla loro e la crescita passa anche da partite come queste. La fase di impostazione del gioco, ancora affidata a Nigel de Jong (un regista vero no, vero?), non ha funzionato e l’olandese non è stato aiutato né da Bonaventura e neppure da Andrea Bertolacci. Keisuke Honda un vero fantasma fino a quando non è uscito dal campo. Carlos Bacca e Luiz Adriano senza rifornimenti possono combinare poco.

 

C’è tanto lavoro da fare a Milanello per migliorare tatticamente e mentalmente. Ci si aspetterebbe anche delle risposte dalla società in sede di calciomercato per far compiere alla squadra un salto di qualità. La risposta si chiama Mario Balotelli. Incredibile ma vero, il Milan è ad un passo da riprendere un giocatore scaricato solo un anno fa e che ha vissuto un’annata fallimentare al Liverpool. Un’operazione che stupisce e che non ci convince. La squadra ha bisogno di certezze in questo momento e non può perdere tempo a cercare di recuperare Balotelli. Se poi ci stupirà in positivo lo diremo, ma intanto bisognerebbe concentrarsi su colpi importanti a centrocampo e non su figurine e mezzi giocatori. Alla faccia del progetto…

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)