Sinisa Mihajlovic (Getty Images)
Sinisa Mihajlovic (Getty Images)

Avrebbe voluto volentieri fare a meno della conferenza stampa di ieri che precede il match odierno tra il suo Milan e l’Empoli, concentrandosi magari di più sul campo e sulla possibilità di migliorare tatticamente e mentalmente una squadra che ancora deve mostrarsi per quello che realmente vale. Sinisa Mihajlovic, come riporta la Gazzetta dello Sport, ha il volto scuro di chi non vuole più fare figuracce e non ammette errori, di chi sa di aver lavorato tanto ma per ora non ha colto nessun frutto.

 

Sguardo corrucciato e risposte basilari per Mihajlovic, che di fronte alla stampa non ha nascosto il disappunto che serpeggia in società dopo lo 0-2 all’esordio contro la Fiorentina. Dal presidente Silvio Berlusconi è arrivata la strigliata per una prestazione inaspettata, che non dovrà ripetersi: “E’ rimasto deluso dalla partita di Firenze ed ha ragione, ma noi siamo i primi a voler mettere le cose a posto. Tra noi c’è dialogo e confronto, in grande serenità come sempre“.

 

Mihajlovic sbotta all’ennesima domanda su Mario Balotelli, non contento della troppa attenzione mediatica su un singolo, pensando ovviamente più ai temi dell’incontro, alle insidie di un Empoli che lo scorso anno costrinse i rossoneri ad un doppio pareggio. E con i tre punti magari potrà arrivare anche un ultimo regalo dal mercato, dopo l’acquisto di Juraj Kucka: “Non so se arriverà ancora qualcuno, il nostro mercato potrebbe essere chiuso perché la rosa è ampia, ma vedremo. Kucka? E’ forte e sa segnare, ci darà una mano“.

 

Redazione MilanLive.it