Kingsley Boateng (Getty Images)
Kingsley Boateng (Getty Images)

L’ex attaccante del Milan, il 21 enne Kingsley Boateng, è tornato in Italia dopo l’esperienza in Olanda al Nac Breda, precisamente al Bari con il quale ha firmato un contratto fino al 2017. Il calciatore ha parlato a Vivoazzurro.it di diversi argomenti, anzitutto sulla scelta di lasciare il Milan: “Non mi è dispiaciuto perché è stata una scelta di formazione per la mia carriera. Alla fine è sempre meglio entrare nel Milan dalla porta principale, io ero giovane e dovevo ancora fare esperienza”.

 

Sull’esordio con la maglia del Catania e del Nac Breda: “È stato veramente emozionante l’esordio con i rossazzurri. In Olanda mi sono trovato bene, un’esperienza tutto sommato positiva”.

 

Ora invece si trova al Bari e per lui deve essere l’anno della svolta: “Questa è una stagione fondamentale. La società ha fatto grandi sforzi sul mercato, acquistando giocatori importanti come Rosina, Maniero e Sansone. Sicuramente vogliamo dire la nostra per tentare di raggiungere la Serie A”.

 

Sull’esperienza con l’Under 21 di mister Di Biagio: “È stata un’emozione grandissima. Esordire con la maglia del paese che mi ha accolto e mi ha cresciuto è stato meraviglioso. Il mister crede nelle mie potenzialità, quindi quando vado in campo cerco di seguire i suoi consigli e di ripagare la sua fiducia”.

 

Sui suoi idoli dal punto di vista calcistico, ha riferito: “Da piccolo guardavo a Ronaldo, non Cristiano ma il Fenomeno. Mi piaceva tantissimo come giocatore. Poi – conclude -, essendo cresciuto nel Milan, Kakà: palla al piede era formidabile”. 

 

Giacomo Giuffrida (profilo Facebook) – Redazione MilanLive.it