L'esultanza dei rossoneri (Getty Images)
L’esultanza dei rossoneri (Getty Images)

Un ambiente Milan assolutamente da ravvivare, dei tifosi tutt’altro che ottimisti ne’ felici per ciò che si è combinato sul mercato negli ultimi giorni. Chi si aspettava, dopo due anni da flop assoluto, una squadra diversa e virata verso obiettivi di alto livello per ora si deve ricredere. A Milanello il clima è simile allo scorso anno, tra speranze ma anche grandi timori, tra la consapevolezza di dover sterzare e dimostrare qualcosa di importante.

 

Il Corriere dello Sport parla di un Sinisa Mihajlovic carico ma certamente preoccupato, il 2-1 sull’Empoli ha visto il suo Milan vincere ma non convincere, bensì andare in crisi con una delle formazioni certamente meno competitive del campionato sulla carta. Urge cambiare ritmo e trovare il bandolo della matassa, sia sul campo che nelle motivazioni. E lo si troverà soltanto con i risultati positivi e con le vittorie cruciali.

 

Ecco perché il derby contro l’Inter del 13 settembre diventa appuntamento fondamentale, tra un Milan deluso e un Inter che è partita in quarta, con il sostegno del pubblico ed un mercato soddisfacente. Vincere la stracittadina dunque per esaltare e ripartire, come successe 4 anni fa, nell’aprile 2011, quando il Milan di Allegri in piena crisi di risultati fece fuori i rivali nerazzurri per 3-0 e volò verso lo scudetto. Vediamo se succederà lo stesso anche tra due settimane.

 

Redazione MilanLive.it