Nuovo stadio Milan (acmilan.com)
Nuovo stadio Milan (acmilan.com)

Sarebbe dovuto essere il primo passo verso un’esponenziale crescita del club nei prossimi anni, a livello di profitto, marketing e sponsorizzazioni. Eppure il progetto dello stadio di proprietà del Milan rischia di arenarsi, almeno per quanto riguarda la prima locazione scelta e trattata da mesi. Come riporta la Gazzetta dello Sport è ad un passo la possibile rottura tra Fondazione Fiera, proprietaria dei terreni scelti per l’impianto, ed il Milan stesso, causa incomprensioni dello scorso mese di agosto.

 

I membri votanti di Fondazione si riuniranno o il 14 settembre o il 21 dello stesso mese; il presidente Benito Benedini indirà una riunione straordinaria per valutare il da farsi; la frizione con il Milan nasce più di un mese fa, visto che il club rossonero dopo aver vinto il bando per l’usufrutto dei terreni al Portello avrebbe fatto un passo indietro, rimasto sconcertato dalle cifre fuoriuscite in seguito per la bonifica degli stessi terreni. Ne è nato uno scambio di battute e comunicati non troppo edificanti che starebbe portando alla rottura definitiva.

 

Da Fondazione Fiera fanno sapere che l’ipotesi di una revoca degli accordi è molto concreta, visto che anche ieri Benedini ha confermato la fase di stallo nelle trattative: “Il Milan ha scritto inesattezze nel comunicato del 6 agosto, se vogliono tirarsi indietro ce lo comunicassero pure“. Si vocifera di un possibile incontro tra il presidente di Fondazione e Silvio Berlusconi per provare ad appianare la situazione, ma ad oggi servirebbe un miracolo per tornare a collaborare al Portello.

 

Redazione MilanLive.it